ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Corte Ue si pronuncia su caso Uber


società

Corte Ue si pronuncia su caso Uber

Una chiara indicazione, quella arrivata dalla Corte di Giustizia Europea sul caso Uber. L’azienda statunitense, si legge nel parere non vincolante, deve essere coinsiderata una società di trasporto pubblico ed è sottoposta alle legislazioni nazionali relative. La causa è stata intentata nel 2014, dall’associazione in rappresentanza dei taxi di Barcellona.

Un dossier sul caso è stato inviato dai giudici spagnoli alla Corte Ue. La società ha fatto sapere di essere comunque in attesa della decisione finale della Corte entro l’anno.

“Essere considerati una società di trasporto”, ha dichiarato Uber, “non cambierebbe il modo in cui molti paesi europei, già oggi regolano le nostre attività”. Sono molte le città europee che hanno contestato il servizio che utilizza un’applicazione accessibile da smartphone.

Uber ha sempre negato di rappresentare una società di trasporto, affermando invece di sfruttare un programma informatico, per rendere un servizio di natura digitale di intermediazione che rientra nelle direttive europee.

società

Opel, attese perdite nel 2017