ULTIM'ORA

Giornata mondiale della libertà di stampa: l'Ue chiede alla Turchia il rilascio dei giornalisti

Attualmente in Turchia sono in carcere circa 160 giornalisti.

Lettura in corso:

Giornata mondiale della libertà di stampa: l'Ue chiede alla Turchia il rilascio dei giornalisti

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione europea lancia un appello per il rilascio dei giornalisti detenuti in Turchia.

L’occasione è la giornata mondiale della libertà di stampa. Attualmente in Turchia sono in carcere circa 160 giornalisti.

Nella sede del Parlamento europeo la moglie di uno di loro, il vignettista Musa Kart, ha inaugurato una mostra sul tema.

“In questo periodo in Turchia la libertà d’espressione e dei media è sotto pressione – spiega Sevinç Kart -. Anche il quotidiano d’opposizione Cumhuriyet è stato preso di mira. Si tratta di un’operazione politica. 12 persone che lavorano per questo giornale – giornalisti, direttori, incluso mio marito Musa Kart, si trovano ora nel carcere di Silivri. È molto difficile spiegare quel che stiamo vivendo perché sembra incredibile”.

La Germania ha una ragione di più per protestare: il turco-tedesco Deniz Yücel è in carcere da febbraio.

Ma l’eurodeputata tedesca Rebecca Harms avverte che l’Europa deve guardare anche in casa sua: “Il giornalismo non è un reato. Il giornalismo indipendente, la libertà d’espressione, il pluralismo dei media è qualcosa che vedo come una condizione essenziale per la democrazia. Per esempio in Ungheria ci troviamo di fronte a una situazione in cui, nonostante tutte le critiche di Bruxelles, la situazione sta peggiorando”.

Resta il fatto che Musa Kart rischia 29 anni di carcere per sostegno al terrorismo. Per Amnesty International la Turchia è la più grande prigione al mondo per i giornalisti.