ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Referendum costituzionale in Turchia: due sondaggi danno il sì oltre il 51 per cento


Turchia

Referendum costituzionale in Turchia: due sondaggi danno il sì oltre il 51 per cento

La realtà di una repubblica presidenziale in Turchia sembra più vicina che mai. Due nuovi sondaggi sul referendum costituzionale di domenica danno il sì vincente, anche se di un margine minimo, fra il 51,3 e il 51,5 per cento, con un’affluenza al 90 per cento. Ma resta un margine del 9-10 per cento di indecisi, che faranno da ago della bilancia.

“Se distribuiamo i voti degli indecisi equamente fra sì e no, troviamo il sì in testa al 51,3 per cento – spiega Murat Gezici, direttore di una delle due agenzie che hanno tenuto i sondaggi -. Ma, considerando il nostro margine d’errore, se raggruppiamo gli indecisi con le astensioni, è in testa il no”.

I due sondaggi però sono stati svolti esclusivamente in Turchia, dove gli aventi diritto sono 55 milioni, ma all’estero hanno già votato 1,4 milioni di espatriati, una cifra che rende anche un margine d’errore del 2 per cento sufficiente per turbare i sonni del presidente Recep Tayyip Erdogan. Senza contare che, secondo i sondaggisti, molti elettori potrebbero non voler ammettere che voteranno no, per timore del giro di vite che ha seguito il fallito colpo di stato dell’anno scorso.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

mondo

San Pietroburgo, adolescente ferito in un'esplosione