ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Serbia: nuove proteste contro Vucic, la folla grida “fine alla dittatura”


Serbia

Serbia: nuove proteste contro Vucic, la folla grida “fine alla dittatura”

Migliaia di persone, soprattutto studenti, hanno protestato per il sesto giorno consecutivo a Belgrado contro la vittoria del primo ministro uscente Aleksandar Vucic alle elezioni presidenziali di domenica scorsa. I manifestanti si sono radunati davanti al parlamento per denunciare un risultato elettorale illegittimo segnato da irregolarità e gridare “fine alla dittatura”.

“La gente ha votato così perché i media non sono liberi. Tutte le TV sono sotto il controllo delle autorità, com‘è possibile essere informati?”, dice un manifestante.

“Questa protesta è la prima che manda a quel paese il governo, esprimendo rabbia verso chi si comporta come se fosse intoccabile”, aggiunge un altro.

Alla manifestazione anti-Vucic hanno partecipato militari e poliziotti per denunciare bassi salari. Per Vucic le proteste sono “un segno di democrazia”. “Esistono sempre”, ha commentato, persone insoddisfatte del risultato elettorale.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Regno Unito

Londra, il Big Ben chiude per tre anni