ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siamo tutti Gustavito. Indignazione in Salvador per l'uccisione di un ippopotamo

L'animale, ospite di uno zoo, è morto per le ferite riportate in un assalto notturno. Sconosciuto il movente

Lettura in corso:

Siamo tutti Gustavito. Indignazione in Salvador per l'uccisione di un ippopotamo

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel Salvador la morte di un ippopotamo del Parco nazionale zoologico è diventato un affare di stato.

Gustavito , questo è il suo nome, è deceduto in seguito alle ferite riportate nella notte fra mercoledì e giovedì. Non si sa chi e perché lo abbia attaccato.

La morte senza ragione dell’animale ospite del più grande zoo del paese ha suscitato indignazione e una valanga di reazioni in rete.

Il direttore del parco, Vladan Henriquez , è ancora incredulo:

È la prima volta che accade un incidente del genere nel parco. A nessun animale era mai successa una cosa del genere e il movente dell’atto è del tutto sconosciuto. Abbiamo disposto un’autopsia.

Violenza gratuita che fa riflettere i salvadoregni

Gustavito era considerato l’emblema del parco. Nel paese che ha uno dei tassi di omicidi più elevati al mondo, l’atto di violenza gratuito contro un animale deve aver fatto l’effetto di un rivelatore dello stato della società.

Per proteggere gli animali, l’opinione pubblica chiede ora un rafforzamento della vigilanza nel parco o la sua chiusura.

E c‘è qualcuno che ha anche scritto una canzone su Gustavito e contro la violenza in Salvador: