ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Usa: numero occupati sale oltre le attese, disoccupazione al 4,8%


Business

Usa: numero occupati sale oltre le attese, disoccupazione al 4,8%

A gennaio, le aziende statunitensi hanno creato più posti di lavoro del previsto.

Sono 227.000 le nuove assunzioni, il maggior aumento da settembre, ma il tasso di disoccupazione è salito dal 4,7% al 4,8%.

Il dato non riguarda, ovviamente, l’amministrazione Trump in carica da pochi giorni. Il Presidente, in campagna elettorale, aveva criticato la veridicità di questi dati.

“C‘è un grande entusiasmo, un entusiasmo che molte persone dicono di non aver mai visto prima d’ora – erano state le parole di Trump – Creeremo nuovi posti di lavoro. L’ho detto e lo ripeto: sarò il più grande produttore di posti di lavoro mai nato”.

Il numero di disoccupati è salito a 7,6 milioni e gli assunti a tempo parziale sono quasi 6 milioni.

5mila le assunzioni nell’industria, con il settore auto che si prepara a una rivoluzione protezionista.

Trump potrebbe ottenere un aiuto dal Giappone che si prepara a presentare un pacchetto di investimenti per 700 000 posti di lavoro negli Stati Uniti e aiutare a creare un mercato di 450 miliardi di dollari.

A questo riguardo, il presidente di Toyota ha incontrato Shinzo Abe prima della sua visita del premier giapponese a Washington.

“Spero di rendere chiaro che il settore auto giapponese impiega, da solo, oltre 1 milione di persone, se si include l’indotto”, ha detto Abe in parlamento.

Toyota investirà circa 600 milioni di dollari per rinnovare gli impianti di produzione in Indiana, creando 400 nuovi posti di lavoro. L’iniziativa è parte di un investimento di 10 miliardi di dollari negli Stati Uniti nei prossimi 5 anni.