ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Trump: ambasciata Usa da Tel Aviv a Gerusalemme


Israele

Trump: ambasciata Usa da Tel Aviv a Gerusalemme

La mossa che nessun Presidente degli Stati Uniti aveva mai avviato dalla creazione di Israele. L’amministrazione Trump ha annunciato il piano di spostare la propria ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme. La Casa Bianca parla di “fasi iniziali della discussione con Israele” per lo spostamento dell’ambasciata.

Ma la sola ipotesi è sufficiente ad allarmare la parte palestinese. Il Presidente Mahmoud Abbas considera l’installazione dell’ambasciata a Gerusalemme una linea rossa che non può essere varcata: “Diciamo al Signor Trump che speriamo non voglia spostare l’ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme perché dal punto di vista di Israele Gerusalemme è una città unificata, ma questo è falso ed illegale” ha detto Abbas. “Inoltre, spostare l’ambasciata sarebbe una mossa prematura che potrebbe innescare nuovi eventi destinati ad ostacolare il processo di pace”.

Per i palestinesi l’apertura dell’ambasciata statunitense a Gerusalemme significherebbe l’accettazione da parte di Washington dell’occupazione israeliana della parte palestinese della città. Lo Stato Ebraico considera Gerusalemme sua capitale “unica e indivisibile” ma nessun Paese vi ha mai collocato la propria rappresentanza (Costa Rica e El Salvador, che mantenevano un’ambasciata a Gerusalemme, l’hanno chiusa nel 2006).

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

mondo

Primarie socialiste in Francia. Al primo turno s'impone Benoît Hamon su Manuel Valls