ULTIM'ORA

Conferenza di pace per il Medio Oriente: da Parigi si tornano a chiedere due Stati per due popoli

75 Nazioni presenti ma al tavolo mancano israeliani e palestinesi

Lettura in corso:

Conferenza di pace per il Medio Oriente: da Parigi si tornano a chiedere due Stati per due popoli

Dimensioni di testo Aa Aa

A Parigi c’erano tutti tranne israeliani e palestinesi, i diretti interessati della Conferenza di pace per il Medioriente. I rappresentanti di 75 Stati e delle principali organizzazioni internazionali hanno ribadito che le due parti devono tornare a negoziare perché solo così si potrà arrivare a una soluzione del conflitto che perdura da troppo tempo. L’obiettivo del summit è far ripartire l’idea che occorrono due Stati per due popoli.

“Solo dei negoziati diretti fra israeliani e palestinesi – ha dichiarato il presidente francese Hollande – possono portare alla pace. È legittimo ed è necessario che la comunità internazionale rifletta seriamente sul modo migliore per arrivare alla soluzione dei due Stati. E qui affermo che questa soluzione è la sola possibile per la pace e la sicurezza”.

La riunione arriva a cinque giorni dall’insediamento di Trump alla Casa Bianca. Il presidente eletto ha riacceso le tensioni tra le due parti sostenendo di voler trasferire l’ambasciata statunitense da Tel Aviv a Gerusalemme. Una provocazione per i palestinesi.

Intanto, all’esterno dell’ambasciata israeliana di Parigi centinaia di persone hanno manifestato contro la conferenza, accusando i partecipanti di voler sollevare la comunità internazionale contro lo Stato d’Israele.