ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Usa: Rex Tillerson in Senato, non posso definire Putin un criminale di guerra


USA

Usa: Rex Tillerson in Senato, non posso definire Putin un criminale di guerra

La cyber intrusione russa nelle elezioni statunitensi è “una supposizione giusta” secondo Rex Tillerson, nell’audizione davanti alla commissione Affari Esteri del Senato statunitense.

L’ex numero uno di Exxon Mobil, designato dal presidente eletto Donald Trump come segretario di Stato, rispondeva a una domanda del senatore repubblicano Marco Rubio.

Tillerson ha anche ammesso che gli alleati degli Stati Uniti nella Nato “hanno ragione” di essere allarmati dalla Russia.

L’ex manager per ora non ha voluto definire Vladimir Putin “un criminale di guerra” e ha affermato di voler attendere prove inconfutabili prima di esprimersi. “Non è una definizione appropriata, non userei questo termine”, ha risposto Tillerson a Rubio.

Per quanto riguarda le sanzioni contro la Russia, il segretario di Stato nominato si è pronunciato a favore del loro mantenimento fino a quando gli Stati Uniti non svilupperanno un nuovo approccio con quel Paese.
 
Tillerson ha avuto relazioni definite da lui stesso “molto strette” con il presidente Vladimir Putin dal quale nel 2012 ha ricevuto un’onorificenza, “l’Ordine dell’amicizia”. Lo stesso anno Exxon Mobil ha approfondito la cooperazione con la società petrolifera russa Rosneft per espandere un progetto di trivellazione nell’Artico.

Nel 2014 Tillerson si era opposto alle sanzioni contro la Russia dopo l’annessione della Crimea.

Durante l’audizione di Tillerson c‘è stata anche una protesta degli attivisti di Greenpeace contro la nomina dell’ex magnate del petrolio.

Siria

Siria: accordo fra governo e ribelli per riparare la principale fonte d'acqua di Damasco