ULTIM'ORA

Lettura in corso:

F1: Rosberg Campione del Mondo! Hamilton vince ad Abu Dhabi ma non basta


speed

F1: Rosberg Campione del Mondo! Hamilton vince ad Abu Dhabi ma non basta

Benvenuti a Speed. Abbiamo dovuto aspettare l’ultima corsa stagionale per scoprire il nome del Campione del Mondo di Formula 1. Come previsto, Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio di Abu Dhabi, Nico Rosberg ha chiuso secondo cogliendo il suo primo titolo mondiale.

Lewis Hamilton ci ha provato, fino all’ultima gara, fino agli ultimi metri. Il britannico della Mercedes, che scattava dalla poleposition ad Abu Dhabi – davanti a Rosberg -, sapeva che per vincere il Mondiale avrebbe dovuto chiudere primo, con il compagno di box almeno quarto. E visto che il tedesco lo tallonava sin dai primi giri, nelle tornate conclusive l’inglese ha giocato la carta strategica, provocando non poco nervosismo al muretto della casa teutonica. Hamilton ha rallentato vistosamente, per provare a far perdere posizioni a Rosberg, seguito da vicino da Sebastian Vettel e dalle Red Bull. Ma alla fine la strategia non ha pagato, con il ferrarista che ha chiuso alle spalle delle due Mercedes e con Rosberg che si è preso la tanto agognata corona.

Nico come Keke

Trentaquattro anni dopo la vittoria di Keke Rosberg, il figlio Nico ha finalmente seguito le orme del padre. La famiglia Rosberg è ora la seconda della storia ad avere due campioni in casa, dopo i britannici Graham e Damon Hill.

Dopo due stagioni da ‘‘scudiero’‘ di Lewis Hamilton, Nico Rosberg è riuscito finalmente a prendersi il trofeo che cercava da ormai 11 anni, quando debuttò in Formula 1 con la Williams. Figlio del grande Keke, campione nel 1982 proprio con la casa britannica, il 31enne tedesco quest’anno ha conquistato nove corse e chiuso sul podio in totale in 16 occasioni, portandosi a casa il titolo con 5 punti in più del rivale inglese.

Ogier, Ogier, Ogier e ancora Ogier

La stagione 2016 si è conclusa e Nico Rosberg non è stato l’unico pilota a festeggiare. Nel Mondiale Rally è stata una lotta praticamente in solitaria per Sebastien Ogier, che ha conquistato il quarto titolo iridato.

Da un Sebastien a l’altro. Dal ritiro di Loeb nel 2012, il 32enne transalpino non ha mai lasciato il titolo del WRC nelle mani di nessun’altro, dominando per quattro anni consecutivi, al volante della Volkswagen. 38 vittorie, sei stagionali, in 110 gare disputate per il pilota di Gap, che si trova però ora senza una squadra. La casa tedesca la prossima stagione non ci sarà infatti e Ogier sta già facendo test con altri team, per scegliere il prima possibile la sua nuova vettura.

Il ‘‘bambino’‘ prodigio Marquez fa 3 su 4

In MotoGP, per la prima volta nella storia abbiamo avuto nove diversi vincitori durante la stagione. A parte questo, il terzo iride di Marc Marquez non è stato mai in discussione.

Approdato nella classe regina nel 2013, con un titolo di 125 e uno di Moto2 già in bacheca, il giovane talento catalano ha imposto subito il suo passo in sella alla Honda HRC, vincendo all’esordio e l’anno seguente. Nel 2015 Marquez ha visto sfumare il titolo, per riprenderselo di forza in questa stagione, con tre gare d’anticipo. Cinque successi sono bastati allo spagnolo, per contenere gli attacchi dei rivali, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo.

Speed termina qui, con i tre Campioni del 2016. A tutti voi che ci avete seguito in questo viaggio attraverso il meglio del motorsport, grazie mille.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

Prossimo Articolo

speed

F1: gara pazzesca in Brasile, vince Hamilton e il Mondiale resta aperto