ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Brexit, Hollande: "I principi europei vanno rispettati"


Regno Unito

Brexit, Hollande: "I principi europei vanno rispettati"

Continua il braccio di ferro tra Bruxelles e Londra, alla ricerca di una difficile intesa per ridurre i rischi della Brexit.

Pietra della discordia, la libera circolazione delle persone da rispettare anche per non creare pericolosi precedenti, hanno ripetuto prima la cancelliera tedesca, Angela Merkel, e poi, da Parigi, anche il Presidente francese, François Hollande:
“Credo che l’atteggiamento peggiore sia contestare la scelta britannica così come rimettere in discussione i principi fondanti dell’Unione. Bisogna portare questi negoziati fino in fondo e nello stesso tempo preservare i valori europei, e in particolare quello della libera circolazione”

Theresa May, dal canto suo, vuole tempi stretti per uscire dall’Unione, mercati aperti e frontiere chiuse.

Il primo ministro britannico deve però fare i conti con un calo dei consensi, in Parlamento come nel Paese. Un recente sondaggio mostra i britannici più preoccupati da un buon accordo con Bruxelles che dall’immigrazione, che pure è stato uno dei motori della Brexit.

C‘è poi la fronda scozzese:
“Cari Amici”, ha dichiarato il Primo Ministro scozzese Nicola Sturgeon, “la differenza tra il governo scozzese e quello di Westminster è che loro stanno ritirandosi ai margini dell’Europa e noi invece abbiamo intenzione di rimanere nel suo cuore, a cui apparteniamo.”

Il primo ministro scozzese ha confermato che la prossima settimana presenterà in Parlamento un progetto di legge per l’indipendenza da Londra, una carta da giocare se ogni altro mezzo per restare in Europa dovesse fallire.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo

mondo

Crisi siriana: russi e turchi ne discutono in Svizzera, ma sono per ora contrapposti sul terreno