ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Migliaia di venezuelani attraversano la frontiera con la Colombia alla ricerca di generi alimentari

mondo

Migliaia di venezuelani attraversano la frontiera con la Colombia alla ricerca di generi alimentari

Pubblicità

Oltre 30 mila persone, la maggior parte cittadini venezuelani, si sono messi in coda per entrare in Colombia, dove la frontiera tra i due paesi è stata riaperta dopo un anno di chiusura.

Dall’alba hanno atteso sul Ponte Simon Bolivar, principale punto di accesso per le città colombiane di Cucuta e San Antonio. I venezuelani sono alla ricerca disperata di generi alimentari, ma non solo:

“A San Cristobal non riusciamo a trovare il riso – dice Nancy Cardenas, cittadina venezuelana – Tutti i giorni cerchiamo, facciamo le file ma niente, non c‘è il riso in Venezuela. Non c‘è nemmeno lo zucchero, la carta igienica, sapone, detersivo per vestiti”.

“Mia moglie – aggiunge Heriberto Salinas, cittadino venezuelano – ha bisogno di alcune pastiglie per prevenire la trombosi, non ne troviamo. Come non troviamo anche altre medicine importanti. E poi manca il cibo e altri prodotti farmaceutici. Manca tutto”.

La frontiera era stata chiusa un anno fa su decisione del presidente venezuelano Nicolas Maduro
che considerava l’area instabile per la presenza di paramilitari e contrabbandieri.

Ma ora il Venezuela è nell’emergenza dopo il crollo del prezzo del petrolio. L’economia sprofonda e mancano anche i generi di prima necessità. L’inflazione è tra le più gravi in assoluto, pari al 180%.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo