This content is not available in your region

Rania di Giordania tra i profughi in Grecia

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Rania di Giordania tra i profughi in Grecia

<p>La chiusura della “rotta dei Balcani” spinge i rifugiati a tentare l’ancor più rischiosa traversata del Mediterraneo tra la Libia e la Sicilia.</p> <p>Mentre la Nato, tra tre mesi, pattuglierà le coste libiche per frenare le partenze, secondo quanto dichiara la minsitra della difesa italiana Roberta Pinotti,<br /> Médecins sans Frontières ha ripreso le sue operazioni di soccorso in mare e accusa i governi europei di non fare abbastanza.</p> <p>Intanto a Lesbo, in Grecia, la Regina Rania di Giordania ha portato la sua solidarietà ai profughi siriani e iracheni, come quelli che il suo Paese accoglie da anni in gran numero.</p> <p>“La responsabilità della crisi non può essere definita su basi geografiche. E credo che dobbiamo ritrovare umanità e compassione nel raccontarla. Perché questa è una crisi che tocca gli esseri umani, non le frontiere o le barriere. È una questione di dignità umana – non di accordi.”</p> <p>Nel frattempo, l’Austria reintroduce i controlli ai valichi con l’Ungheria e si prepara a fare lo stesso al confine con l’Italia, secondo un piano che sarà annunciato mercoledì. L’Unione europea minaccia sanzioni contro Vienna.</p>