ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Boom crowdfunding in Europa

Il crowdfunding, il finanziamento collettivo, è in piena espansione in Europa. Ma quali sono i segreti per avere successo e come funzionano queste

Lettura in corso:

Boom crowdfunding in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Il crowdfunding, il finanziamento collettivo, è in piena espansione in Europa. Ma quali sono i segreti per avere successo e come funzionano queste piattaforme?

Serge Rombi, euronews: “Per parlare di tutto questo siamo venuti a a Helsinki. Il crowdfunding, o finanziamento collettivo, non è più solo un fenomeno di nicchia, perché è in forte espansione in tutta Europa. Lasse Mäkelä dirige una piattaforma di crowdfunding Invesdor e ci racconterà tutto!”

“Il crowdfunding globale ha raccolto lo scorso anno circa 30 miliardi di euro. Una crescita di oltre il 100% all’anno. Si tratta del maggior finanziamento con capitali a rischio di quest’anno”, racconta Lasse Mäkelä.

Destinazione l’arcipelago delle Åland nel Mar Baltico. Qui si trova Amalias Limonad, un’azienda familiare che produce limonata con ingredienti locali e bio al 100%. Nel 2014, Tony Asumaa, il fondatore della società, si è subito reso conto che aveva bisogno però di espandere la produzione e di investire, se voleva guadagnare e così ha optato per il crowdfunding. “Abbiamo scelto questa forma di finaziamento perché era economico, efficiente e veloce. E poi niente burocrazia per cercare nuovo capitale per la società”, dice Tony.

Grazie alla piattaforma di crowdfunding di Lasse, Tony è riuscito ad avere oltre 86.000 euro, soldi che ha subito investito nella sua azienda. “Ora abbiamo 163 nuovi soci, che sono anche i nostri “ambasciatori”, ovvero stanno promuovendo i nostri prodotti che poi rivendono. Alcuni ristoratori li vendono in tutto il paese”, prosegue Tony Asumaa.

Attraverso la raccolta di fondi, Tony presto potrà espandere ulteriormente la sua produzione e incrementare ulteriormente il fatturato da 90 mila a 200 mila euro. Un impulso importante per la sua piccola attività ma anche per il rilancio dell’economia locale. “La cosa fondamentale per noi è poter utilizzare materie prime locali, come frutta e bacche. Esportiamo il 40% dei prodotti nella regione, abbiamo creato anche nuovi posti di lavoro, in particolare abbiamo dato lavoro ai giovani che ora possono restare qui ad Åland.”

Ma qual è il segreto di tutto questo successo? Secondo Lasse Mäkelä, CEO di Invesdor, avere una buona idea e una buona squadra, e poi un certo potenziale di crescita per il business. Certo servono anche volontà e risorse per una giusta strategia di marketing. Per saperne di più sulle diverse forme di crowdfunding, sui benefici ma anche sui rischi di questo sistema, esiste una guida europea online e completamente gratuita.

Serge Rombi: “Lasse, ci sono circa 600 piattaforme di crowdfunding in Europa. La sua è la più grande dei paesi nordici. Come si sceglie la giusta piattaforma?”

Lasse Mäkelä: “Attraverso l’esperienza prima di tutto. Scegliere una società che ha fatto molte transazioni in passato. E poi ci sono le licenze. Scegliere un’azienda con licenze appropriate. Si può farlo anche attraverso le autorità locali del paese.”

Il crowdfunding: cos‘è, come funziona e a chi si rivolge

  • Il crowdfunding è un fenomeno emergente di “finanziamento collettivo”. Un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni.
  • PMI (piccole e medie imprese), start-up innovative e imprese sociali possono trarre vantaggio dalle diverse forme di crowdfunding.
  • Il crowdfunding nelle sue diverse forme ha raccolto quasi 3 miliardi di euro nel 2014. L’Italia, per ora, vale lo 0,3% di questo mercato.
  • Più di 200.000 i progetti di ogni genere e importanza che hanno beneficiato del “crowdfunding”.

Link utili