ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brasile: l'ingresso di Lula nel governo Rousseff infiamma la piazza

In Brasile la nomina di Lula a nuovo capo di gabinetto di Dilma Rousseff infiamma la piazza. A Brasilia sono scoppiati tafferugli tra manifestanti

Lettura in corso:

Brasile: l'ingresso di Lula nel governo Rousseff infiamma la piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

In Brasile la nomina di Lula a nuovo capo di gabinetto di Dilma Rousseff infiamma la piazza. A Brasilia sono scoppiati tafferugli tra manifestanti pro e contro l’esecutivo davanti alla presidenza della Repubblica dove si svolgeva la cerimonia di giuramento di Lula. Sul nuovo incarico dell’ex presidente pesa il veto della magistratura che ha sospeso la sua nomina perché può rappresentare un “intervento indebito nell’attività investigativa”. Il governo ha presentato ricorso.

L’immunità mette in salvo Lula dall’arresto richiesto della procura di San Paolo che lo accusa di frode fiscale e occultamento di patrimonio. Lula avrebbe nascosto la proprietà di un attico intestato a una delle aziende al centro del giro di tangenti dello scandalo Petrobras, che ha travolto numerosi esponenti del partito di Dilma. Ad avvelenare ancora di più il clima politico c‘è l’avanzamento della procedura di impeachment nei confronti della presidente Roussef, richiesta dall’opposizione. Per i giudici ha commesso atti illegali per coprire il crescente deficit dei conti nel 2014.

Il sistema di corruzione scoperchiato dalle inchieste ha aumentato il malcontento in Brasile che vive la peggiore crisi economica degli ultimi 80 anni.
La Borsa di San Paolo ha chiuso con un rialzo del 6,6%, registrando una paradossale impennata a chiusura di una difficile giornata politica.