ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Serbia, proclamato lo stato di emergenza

Ha piovuto per 24 ore e così continuerà, secondo le previsioni. Il rischio di esondazioni è reale nel sud ovest della Serbia: in particolare le città

Lettura in corso:

Serbia, proclamato lo stato di emergenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha piovuto per 24 ore e così continuerà, secondo le previsioni. Il rischio di esondazioni è reale nel sud ovest della Serbia: in particolare le città di Cacak, Lucani e Novi Pazar sono minacciate.

Il livello dei fiumi Sava e Drina è aumentato come quello del Danubio. A Belgrado sono scattate le previste misure di protezione mentre il governo serbo ha dichiarato lo stato di emergenza come misura preventiva: a Novi Pazar al lavoro ci sono già mille addetti tra poliziotti e soldati ma il numero potrebbe aumentare se necessario.

Un migliaio di macchine sono pronte ad intervenire in caso di emergenza, sottolineano le autorità che invitano anche la popolazione a non farsi prendere dal panico.

A maggio 2014, la Serbia è finita sott’acqua, la pioggia e le seguenti inondazioni hanno costretto 30 mila persone ad abbandonare le proprie case e ci sono stati danni a strade, ferrovie, centrali elettriche per un milione e mezzo di euro.