ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gravity: Prevc re nel salto, Pinturault imbattibile in gigante

Peter Prevc ha coronato una stagione perfetta conquistando con sei gare di anticipo la sua prima Coppa del Mondo nel salto con gli sci. Ad Almaty lo

Lettura in corso:

Gravity: Prevc re nel salto, Pinturault imbattibile in gigante

Dimensioni di testo Aa Aa

Peter Prevc ha coronato una stagione perfetta conquistando con sei gare di anticipo la sua prima Coppa del Mondo nel salto con gli sci. Ad Almaty lo sloveno vince la seconda gara in tre giorni staccando di oltre dieci punti il tedesco Severin Freund, vincitore della generale nel 2015, e al norvegese Daniel-Andre Tande. OItre a mettere in bacheca la sua prima sfera di cristallo, Prevc stabilisce un nuovo record: nessuno prima di lui era mai riuscito a ottenere 14 vittorie in stagione. Lo sloveno ci è riuscito vincendo 13 gare in Coppa e conquistando l’oro ai Mondiali di volo di Tauplitz.

Ancora una sorpresa a Soldeu. Dopo il successo di Federica Brignone nel superG di sabato, la canadese Marie-Michèle Gagnon si è imposta nella combinata, approfittando della giornata negativa di Lindsey Vonn e Lara Gut. La Gagnon trova nel Principato di Andorra il secondo successo in Coppa dopo quello ottenuto due anni fa nella combinata di Altenmarkt-Zauchensee, in Austria. La canadese chiude il superG con il 13esimo tempo, poi non sbaglia niente nello slalom, completando la sua prova con 20 centesimi di vantaggio sulla svizzera Wendy Holdener e 61 sulla francese Anne Sophie Barthet. Quarto posto per Federica Brignone, staccata di 79 centesimi. L’azzurra conferma il suo grande momento di forma centrando il miglior risultato della carriera nella specialità.

La microfrattura al ginocchio rimediata nel superG di sabato non ferma Lindsey Vonn, che però si deve accontentare del tredicesimo posto. La statunitense riesce comunque ad allungare nella generale approfittando del ritiro di Lara Gut, uscita nelle ultime porte dello slalom: sono 28 ora i punti che separano le due in classifica.

In campo maschile continua il dominio di Alexis Pinturault, che bissa la vittoria di venerdì scorso conquistando anche il secondo slalom gigante disputato sulle nevi di Hinterstoder, in Austria. Due manche perfette regalano al francese la 14esima vittoria in Coppa del Mondo, la quinta in stagione, la terza consecutiva nella specialità. Pinturault rifila 1“14 di distacco a Marcel Hirscher, secondo anche nel gigante di venerdì, e 1“26 al norvegese Henrik Kristoffersen. Due azzurri tra i primi dieci: Florian Eisath, ottavo, e Riccardo Tonetti, decimo. Nella generale cresce il vantaggio di Hirscher: sono 283 i punti di vantaggio su Kristoffersen, l’austriaco è sempre più vicino alla sua quinta sfera di cristallo.

Pinturault è tornato a grandi livelli dopo un avvio di stagione opaco che ha compromesso le sue possibilità di competere per la Coppa del Mondo. Ma secondo Franck Picard al francese non manca nulla per puntare alla sfera di cristallo.

“Prima di tutto – dice Picard – deve vincere più gare nelle sue specialità preferite, in particolare nel gigante. Poi deve ridurre il margine che lo separa dai migliori nello slalom. Ma è nelle gare veloci che può arrivare la svolta. E’ stato protagonista di qualche bella prova in superG, se però vuole puntare davvero alla Coppa del Mondo deve ottenere qualche risultato anche in discesa. Ha tutto per riuscirci, soprattutto se sarà in grado di portare un pizzico di follia e imprevedibilità nel suo modo di sciare, in particolare in superG e discesa”.

E ora un piccolo quiz: chi è il miglior discesista della storia? Jean Jean-Claude Killy, Pirmin Zurbriggen, Hermann Maier o Aksel Lund Svindal? Nessuno di loro. Il migliore è Franz Klammer.

Soprannominato “Kaiser Franz”, l’austriaco ottenne la sua prima vittoria in discesa il 22 dicembre 1973 a Schladming, su una delle piste più dure del circuito, pochi giorni dopo il suo 20esimo compleanno. Portabandiera dell’Austria in due edizioni dei Giochi invernali, nel suo palmares figurano il titolo olimpico conquistato a Innsbruck nel 1976 e quello iridato ottenuto due anni prima in combinata a Sankt Moritz. Cinque volte vincitore della coppa di specialità in discesa libera, sono 25 i successi ottenuti in carriera in Coppa del Mondo nella gara più veloce, quattro dei quali arrivati a Kitzbuel sulla leggendaria Streif.

Qualche settimana fa vi abbiamo fatto vedere la prima puntata delle folli imprese di Candide Thovex. Il quattro volte vincitore degli X Games ed ex campione del mondo di freeride ha diffuso sul web un nuovo video delle sue acrobazie sugli sci di cui vi proponiamo un estratto.