ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alla Berlinale sbarca Gerard Depardieu

A Berlino sbarca Gerard Depardieu col suo carico di eccessi e contraddizioni. L’attore, che nel 2013 ha lasciato la Francia, chiesto e ottenuto il

Lettura in corso:

Alla Berlinale sbarca Gerard Depardieu

Dimensioni di testo Aa Aa

A Berlino sbarca Gerard Depardieu col suo carico di eccessi e contraddizioni. L’attore, che nel 2013 ha lasciato la Francia, chiesto e ottenuto il passaporto russo, fondamentalmente per motivi fiscali, arriva con un film fuori concorso, “saint Amour”. È una pellicola che lo porta attraverso una regione vinicola della Francia. Nel film Depardieu interpreta il ruolo di un produttore di vino che cerca di convincere il figlio a rilevare l’azienda di famiglia.

Un amore, quello per l’alcool, su cui l’attore scherza col nostro inviato. “È stato uno splendido ruolo con i tori, la campagna tutto era perfetto, ma per quatto riguarda le donne e l’alcool per me è roba passata, la lascio piuttosto al mio produttore che apprezza certo genere di cose”.

Il film è un road movie nella provincia dell’esagono. Niente di nuovo in una storia in cui s’intrecciano bizzarri personaggi, ma che, se non altro, mostra alcun bei momenti di Depardieu e del coprotagonista Benoît Poelvoorde.

“È la competizione è finita e non sembra esserci uno strafavorito per l’orso d’oro. Questo sabato sera la giuria presieduta da Meryl Streep darà il suo giudizio. Io ne ho già uno”, scherza il nostro inviato, “né d’oro né d’argento, un peluche. Ma è il mio”.