ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: scambi di accuse tra Russia, regime di Damasco e Stati Uniti

Turchia e Russia continuano la guerra di parole dopo l’ennesimo massacro siriano. Mosca etichetta le accuse su un suo coinvolgimento come

Lettura in corso:

Siria: scambi di accuse tra Russia, regime di Damasco e Stati Uniti

Dimensioni di testo Aa Aa

Turchia e Russia continuano la guerra di parole dopo l’ennesimo massacro siriano. Mosca etichetta le accuse su un suo coinvolgimento come “propaganda” e non sembra intenzionata ad interrompere i bombardamenti nella provincia di Aleppo in vista della tregua prevista da venerdì.

“Il fatto che questa dichiarazione arrivi nonostante l’accordo raggiunto a Monaco di Baviera, mostra chiaramente che l’intenzione della Russia non è quella di raggiungere la pace o un cessate il fuoco – ha detto da Kiev il premier turco, Ahmet Davutoglu – Ciò dimostra che la Russia è pronta a uccidere più civili e perpetrare altri massacri per mantenere in vita il regime siriano”.

“Per quanto riguarda l’ospedale distrutto, è stata opera dell’aviazione degli Stati Uniti – sostiene invece l’ambasciatore siriano in Russia, Riad Haddad – Le forze armate russe hanno nulla a che fare con questo. I servizi di intelligence ne hanno le prove”.

Washington smentisce: i raid dei caccia statunitensi in Siria sono stati condotti su Raqqah e Hasakah, non nell’area degli ospedali colpiti. E il dipartimento di Stato, condannando i raid, accusa Mosca.