ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Consiglio Sicurezza Onu condanna test missilistico Corea del Nord

La condanna è unanime da parte del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite dopo il lancio di un nuovo missile della Corea del Nord. Ma dietro allo

Lettura in corso:

Consiglio Sicurezza Onu condanna test missilistico Corea del Nord

Dimensioni di testo Aa Aa

La condanna è unanime da parte del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite dopo il lancio di un nuovo missile della Corea del Nord. Ma dietro allo sdegno globale per l’ennesima provocazione del regime di Kim Jong-un si intravede un braccio di ferro tra Stati Uniti e Cina, che pure ha espresso per la prima volta la propria condanna, sulle misure da adottare contro Pyongyang.

L’ambasciatore del Venezuela Rafael Dario Ramirez Carreno, Presidente del Consiglio di Sicurezza dell’Onu nel mese di febbraio: “I membri del Consiglio di Sicurezza condannano fermamente questo nuovo lancio” ha detto in conferenza stampa.

La parole e i toni dell’ambasciatore sudcoreano Oh Joon lasciano trasparire tutta la preoccupazione di Seul dopo la messa in orbita di un satellite per le osservazioni terrestri denominato “Kwangmyongsong-4”.

“Credo che la Corea del Nord stia facendo una dichiarazione evidente al mondo intero, mostrando la sua determinazione nel perseverare a sfidare la comunità delle Nazioni e minacciare la pace e la sicurezza globali. È oltraggioso ed inaccettabile” ha detto Oh Joon.

Gli Stati Uniti, forti del risultato ottenuto con la strategia delle sanzioni in Iran, guidano il fronte della linea dura contro la minaccia nordcoreana. L’ambasciatrice statunitense all’Onu, Samantha Power:

“Ci consulteremo a breve, nei prossimi giorni, con i nostri colleghi e tutti i membri del Consiglio per trovare una risposta comune, rapida ed aggressiva alle ripetute violazioni da parte della Corea del Nord, violazioni che rappresentano una minaccia diretta alla pace e alla sicurezza internazionali” ha detto.

Il nuovo lancio missilistico di Pyongyang arriva a un mese esatto dall’annuncio di un test con la bomba all’idrogeno. Gli Usa spingono per nuove sanzioni e per l’installazione di uno scudo missilistico in Corea del Sud. Misure che sul medio-lungo periodo destano i timori della Cina, alleato storico di Pyongyang, i cui interessi economici sarebbero direttamente colpiti dal collasso dell’economia nordcoreana.

Il regime di Kim Jong-un definisce isteriche le reazioni dell’Occidente.