ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Venezuela, è finito il chavismo?

La vittoria schiacciante dell’opposizione venezuelana potrebbe segnare la fine del chavismo. Durato 16 anni, questo è stato spazzato via da una

Lettura in corso:

Venezuela, è finito il chavismo?

Dimensioni di testo Aa Aa

La vittoria schiacciante dell’opposizione venezuelana potrebbe segnare la fine del chavismo.

Durato 16 anni, questo è stato spazzato via da una valanga di voti che ha dato alla “Tavola democratica unita”, Mesa de Unidad Democràtica (Mud), una maggioranza qualificata di 2/3 in parlamento.
112 seggi che permetteranno a Mud riforme importanti e che potrebbero portare anche a abbreviare il mandato dell’attuale presidente Nicolas Maduro.
Il leader di Mud ha comunque teso la mano all’attuale governo.

http://www.corriere.it/esteri/15_dicembre_07/venezuela-maduro-battuto-vincono-opposizioni-fine-chavismo-4bf51b6c-9ca9-11e5-9189-eea9343a1b14.shtml

Jesús Torrealba, segretario del Mud:
“Abbiamo bisogno di un governo di unità nazionale per prendere misure d’emergenza contro la crisi economica e sociale. Il Paese ha un forte problema in termini di approvvigionamento, ha un serio problema di reperimento di cibo disponibile”.

Altra priorità per la nuova maggioranza, la liberazione dei detenuti politici.

Delsa Solorzano:
“Quest’unità, espressa con il voto di domenica, necessita di un clima di armonia e riconciliazione e ci vuole pertanto l’immediata liberazione dei nostri prigionieri politici”.

Di tutt’altro tenore la risposta del presidente Nicolás Maduro, che, pur avendo riconosciuto la sconfitta, non vede di buon occhio la prossima coabitazione:

“Come capo di Stato non accetterò nessuna legge di amnistia, sono stati violati i diritti umani. Hanno vinto i peggiori, con i mezzi più biechi, menzogna e inganno”.

Chiedendo al governo di dimettersi, per gli analisti, Maduro ha fatto un’operazione di recupero di fronte al voto sanzione.

Enriqueta Camacho, casalinga:
“Vuole sapere la mia opinione? Nella precedente legislatura non hanno fatto niente per la comunità, questo è il motivo del tracollo. Volevano fare il boom, hanno fatto il botto. Vediamo con i nuovi, se riusciranno almeno a evitarci queste lunghe code d’attesa.

A decretare la sconfitta del Chavismo, il popolo delle code, cioè di quei cittadini stanchi delle interminabili file quotidiane per acquistare i beni di prima necessità.
Il tenore di vita si è deteriorato e il 2015 sarà ricordato come uno degli anni peggiori; con l’inflazione che vola all’85% e il prezzo al barile del greggio passato da 88 dollari nel 2014 ai 45 di quest’anno.

http://it.blastingnews.com/politica/2015/12/venezuela-la-sconfitta-di-maduro-non-era-scontata-00688337.html

I programmi sociali del governo erano finanziati dai proventi della vendita del petrolio,(il Venezuela resta uno dei maggiori produttori di petrolio).

La contrazione dei prezzi del greggio ha portato il caos nel Paese.