ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'importante è la rosa

Lettura in corso:

L'importante è la rosa

Dimensioni di testo Aa Aa

‘L’important c’est la rose’: aveva cantato Gilbert Bécaud. Presso il roseto del parco de la Tête d’Or a Lione, che era stato inaugurato dalla

‘L’important c’est la rose’: aveva cantato Gilbert Bécaud. Presso il roseto del parco de la Tête d’Or a Lione, che era stato inaugurato dalla principessa Grace di Monaco, l’amore tra giardinieri e rose è sempre vivo.

Il flirt fra Lione e le rose comincia nel 1830. Generazioni di coltivatori hanno creato qui piu’ di 3 000 varietà diverse. Fra queste la ‘Mme A. Meilland’ (‘Gioia’ o ‘Gloria Dei’) coltivata da Francis Meilland o la ‘Palla di neve’ di François Lacharme (1865), apparse un secolo fa.

http://www.lyon-roses-2015.org/fr/roses-roses_lyonnaises_celebres.htm

Suo figlio Alain ha preso il testimone nel 1958. Evoca il grande amore fra la sua famiglia e la rosa che dura da un secolo e mezzo.

Alain Meilland, creatore di rose: “Abbiamo cominciato a Lione nel 1850, io sono alle quinta generazione…”

Per Meilland la rosa è un corpo vivo, inizia la vita in fasce e diventa adulta, ma la rosa non finisce mai. La rosa è anche uno strumento di scambio fra i mortali.

Alain Meilland: “Le persone si incontrano, hanno cose da raccontarsi, ‘come coltivi le tue rose?’ Chiede al suo amico russo, lui che viene dal Canada o dall’Uruguay. Tutti questi scambi sono fantastici e il legame è la rosa”.

C‘è una rosa che si chiama Monica Bellucci.

Alain Meilland: “Monica Bellucci è un personaggio che si ha voglia di mangiare di toccare. E la rosa è come lei.

Ma la bellezza è anche un lavoro minuzioso. Il primo anello della filiera delle rose è ottenere un ibrido. Siamo alla creazione di nuove rose ottenute con l’incrocio di varietà. Il processo della creazione pretende fra gli 8 e 10 anni.
Jean-Charles Orard spiega come funziona.

J-C Orard, creatore di rose: “La prima tappa consiste nel togliere tutti i petali poi togliamo gli elementi maschili e lasciamo i pistilli. Una volta che il fiore è pronto prendiamo del polline che si depone nella piccola cappella, si tratta di una varietà definita in precedenza, lo si prende con un pennellino e lo si deposita sui pistilli cioè la parte femminile del fiore”.

La rosa è inesauribile fonte d’ispirazione soprattutto per coloro che operano nella moda.

Gli studenti dell’ ESMOD di Lione hanno lavorato sul tema della rosa con l’aiuto degli insegnanti. Hanno avuto solo qualche giorno per confezionare le loro creazioni sul tema.

Da circa 200 anni Lione e la sua regione sono diventati polo internazionale nel campio della coltivazione della rosa. Con dieci roseti in attività Lione è il primo centro di creazione di varietà di rose in Europa e il secondo centro produttivo di Francia.

Insomma Lione non è stata scelta a caso per il 17esimo congresso mondiale delle società della rose. Un debutto per la Francia.

La moda cambia ma la rosa resta.
Lione è stata la capitale delle Gallie e la Rosa Gallica è una delle specie più antiche; era nota anche agli antichi greci e i romani ed era coltivata nei giardini del Medioevo. La maggior parte delle rose attuali hanno nei loro geni un ricordo della Rosa Gallica.
http://fr.wikipedia.org/wiki/Rosa_gallica

Donare una rosa rossa è un piccolo gesto d’amore che puo’ diventare grande.

Elena Karaeva, euronews :
“La vie en rose è una vita piena d’amore e di bellezza, una vita che a volte ha il profumo della rosa come qui sulla piazza des Jacobins con la fontana generosamente decorata da queste regine del mondo floreale, le rose”.

http://societefrancaisedesroses.asso.fr/fr/convention_mondiale_lyon_2015.htm

http://www.lyonmag.com/article/73088/lyon-capitale-de-la-rose-ce-week-end

http://www.onlylyon.org/articles/quel-est-le-lien-entre-lyon-et-la-rose-778-1.html

http://www.lyon.fr/actualite/loisirs/festival-mondial-des-roses.html

  • Lyon City of Roses

    May 28, 2015. REUTERS/Robert Pratta

  • Lyon City of Roses

    May 28, 2015. REUTERS/Robert Pratta

  • Lyon City of Roses

    May 28, 2015. REUTERS/Robert Pratta

  • Lyon City of Roses

    May 28, 2015. REUTERS/Robert Pratta

  • Lyon City of Roses

    May 28, 2015. REUTERS/Robert Pratta

  • Lyon City of Roses

    May 28, 2015. REUTERS/Robert Pratta