This content is not available in your region

Crisi immigrazione nel Sud-Est asiatico. Barconi respinti in una sorta di ping-pong umano

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Crisi immigrazione nel Sud-Est asiatico. Barconi respinti in una sorta di ping-pong umano

<p>E’ crisi immigrazione nel Sud-Est asiatico, dove i migranti sono respinti da un Paese all’altro in una sorta di ping-pong umano. </p> <p>Un’imbarcazione con circa 400 persone della minoranza birmana Rohingya, in mare da mesi, è stata bloccata dalla Marina thailandese, che la ha indirizzata verso l’Indonesia. </p> <p>I migranti hanno raccontato di essere rimasti senza cibo né acqua per tre giorni. Le autorità thailandesi hanno detto di non voler accogliere rifugiati in arrivo via mare.</p> <p>Due giorni fa, anche la Malesia aveva respinto due barconi di Rohingya e bengalesi e in precedenza l’Indonesia aveva deviato un altro barcone verso la Malesia.</p> <p>L’Onu è in allerta per l’ondata migratoria dal Myanmar e dal Bangladesh.</p> <p>“Il segretario generale ha esortato i governi ad assicurare il diritto di salvataggio in mare e ricorda che i respingimenti sono vietati – ha detto il portavoce Stephane Dujarrik – . Ha anche esortato a facilitare le operazioni di sbarco e a tenere i porti aperti per soccorrere i bisognosi”.</p> <p>Circa 1.400 migranti sono sbarcati ad Aceh, in Indonesia, e altri mille sono entrati in Malesia. <br /> Bangkok ha convocato un summit regionale per il 29 maggio, che Naypyidaw minaccia già di boicottare.</p>