ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: treni fermi, macchinisti in sciopero fino a domenica

Un aumento di stipendio del 5%, una riduzione di due ore di lavoro settimanali e la possibilità di negoziare i contratti: sono queste le ragioni in

Lettura in corso:

Germania: treni fermi, macchinisti in sciopero fino a domenica

Dimensioni di testo Aa Aa

Un aumento di stipendio del 5%, una riduzione di due ore di lavoro settimanali e la possibilità di negoziare i contratti: sono queste le ragioni in Germania dello sciopero iniziato questo martedì dei macchinisti dei treni merci e di quelli passeggeri. La mobilitazione è stata indetta da una sigla sindacale che rappresenta circa 20mila macchinisti della Deutsche Bahn.

‘‘Un terzo dei nostri servizi ferroviari a lunga percorrenza è stato garantito’‘, assicura Achim Stauss, il portavoce della compagnia Deutsche Bahn, società che gestisce le ferrovie tedesche. ‘‘Una volta esauriti i vaucher degli hotel abbiamo messo a disposizione i vagoni treno per far dormire le persone qui a Berlino, Monaco, Colonia e Amburgo’‘.

I macchinisti sono determinati a incrociare le braccia fino a domenica. Lo sciopero potrebbe essere il più lungo della storia del gruppo tedesco. Due terzi dei treni a lunga percorrenza sono stati annullati, mentre sulle tratte regionali un terzo dei convogli. Enormi i disagi anche a Francoforte.

‘‘Non capisco, da martedì a domenica mi sembra troppo. Uno o due giorni va bene, ma questa è una follia”, dice un viaggiatore.

“Volevo andare in Italia per fare una settimana di vacanza, ma non credo sarà possibile prendere un treno in giornata, arriverei troppo tardi per prendere la coincidenza. Torno a casa e riprovo domani”, racconta una giovane.

750 milioni di euro: tanto potrebbe costare lo sciopero all’economia tedesca, una diminuzione dello 0,1 per cento nelle previsioni di crescita tedesca per il secondo quarto dell’anno.