ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sudafrica, stranieri in fuga a causa delle violenze xenofobe

Si aggrava la situazione in Sudafrica a causa delle proteste xenofobe. Circa cinquemila stranieri sono stati costretti a chiedere protezione alle

Lettura in corso:

Sudafrica, stranieri in fuga a causa delle violenze xenofobe

Dimensioni di testo Aa Aa

Si aggrava la situazione in Sudafrica a causa delle proteste xenofobe. Circa cinquemila stranieri sono stati costretti a chiedere protezione alle forze dell’ordine e hanno lasciato le loro case per paura di essere attaccati.

“La maggioranza degli immigrati dallo Zimbabwe vuole tornare nel suo Paese – dice Isaac Moyo, ambasciatore di Harare in Sudafrica – . Stiamo lavorando con il governo di Pretoria per fare in modo che le operazioni di rimpatrio siano messe in moto”.

I vicini Stati dello Zimbabwe, Malawi e Mozambico hanno annunciato piani per evacuare i cittadini sudafricani, che temono rappresaglie.

Più di 30 persone sono state arrestate dopo la nuova ondata di violenza esplosa la notte scorsa a Johannesburg. A essere presi di mira sono soprattutto i negozi gestiti dagli stranieri. Almeno sei persone sono morte in attentati nella città portuale di Durban, dove sono scoppiate le proteste tre settimane fa.
La xenofobia trova terreno fertile nelle masse disoccupate e povere dei neri sudafricani. Molti pensano che gli stranieri tolgano loro il lavoro.

In Sudafrica vivono 5 milioni di immigrati, per una popolazione complessiva di 50 milioni di abitanti.