ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: muore giudice preso in ostaggio, premier annuncia inchiesta

Come sia stato possibile entrare armati nel palazzo di Giustizia: la Turchia si interroga sul dramma di martedì a Istanbul, dove due militanti di un

Lettura in corso:

Turchia: muore giudice preso in ostaggio, premier annuncia inchiesta

Dimensioni di testo Aa Aa

Come sia stato possibile entrare armati nel palazzo di Giustizia: la Turchia si interroga sul dramma di martedì a Istanbul, dove due militanti di un gruppo di estrema sinistra avevano preso in ostaggio il procuratore Mehmet Selim Kiraz, titolare dell’inchiesta sulla morte di un adolescente ferito duranta la repressione delle proteste di Gezi Park. I sequestratori chiedevano una confessione pubblica dei poliziotti.

Kiraz è morto in ospedale per le ferite riportate durante il blitz della polizia.

Annunciando un’inchiesta, il primo ministro Ahmet Davotoglu ha lanciato un appello all’unità nazionale. “Durante le nostre riunioni abbiamo deciso di lanciare un’inchiesta approfondita, di esaminare la vicenda per capire se ci siano state delle manchevolezze. Abbiamo dato gli ordini necessari a questo scopo”.

La polizia ha spiegato di aver lanciato il blitz – dopo sei ore di trattative – quando sono stati uditi colpi d’arma da fuoco ed esplosioni nell’ufficio in cui era sequestrato in procuratore. I due sequestratori sono stati uccisi, erano riusciti a entrare nel Palazzo di Giustizia perché indossavano delle toghe, secondo il presidente Erdogan.

Bora Bayraktar, euronews: “I sequestratori sono stati uccisi e il rapimento si è concluso nel sangue. Ma restano gli interrogativi. Come è stato possibile introdurre un’arma nel Palazzo di Giustizia? Sarebbe stato possibile per la polizia risolvere la crisi attraverso il dialogo?”.