ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen: si intensificano i raid sauditi, condanna da Iran e Hezbollah

Nello Yemen la coalizione guidata dell’Arabia Saudita, che comprende una decina di Paesi arabi come Egitto e Marocco, intensifica i bombardamenti

Lettura in corso:

Yemen: si intensificano i raid sauditi, condanna da Iran e Hezbollah

Dimensioni di testo Aa Aa

Nello Yemen la coalizione guidata dell’Arabia Saudita, che comprende una decina di Paesi arabi come Egitto e Marocco, intensifica i bombardamenti sulla capitale Sanaa. L’obiettivo è fermare l’avanzata dei ribelli sciiti houthi che a gennaio, con un golpe, hanno preso il potere nella capitale e poi conquistato altri territori. L’offensiva militare ha avuto il sostegno di Washington. Nel Golfo di Aden le forze militari statunitensi hanno salvato nelle ultime ore due piloti sauditi. Ai raid si oppone l’Iran, alleato degli Houthi, che ha definito l’intervento saudita “pericoloso per la regione’‘ chiedono l’immediato cessate il fuoco. Parole dure di condanna sono arrivate anche da Hezbollah.

Point of view

L'aggressione saudita è sconcertante e dolorosa, deve cessare immediatamente

“L’aggressione saudita è sconcertante e dolorosa, deve cessare immediatamente. Bisogna dialogare per cercare una soluzione politica nello Yemen, questa è una strada percorribile”, ha detto Hassan Nasrallah, leader degli sciiti libanesi Hezbollah.

Migliaia di persone sono scese in piazza a Taiz, terza città dello Yemen, 300 chilometri a sud della capitale, per sostenere i raid dell’Arabia Saudita e degli alleati. La popolazione di Taiz è quasi interamente sunnita. Il presidente sunnita dello Yemen Abd Rabbo Mansour Hadi, fuggito dal Paese, si trova ora a Sharm El Sheikh, in Egitto, per il vertice della Lega Araba, la quale ha dichiarato il suo pieno sostegno agli attacchi contro gli Houthi. Per il segretario generale Nabil al-Arabi hanno compiuto un ‘‘colpo di Stato’‘.