This content is not available in your region

Yemen: aumentano i rischi di guerra regionale

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Yemen: aumentano i rischi di guerra regionale

<p>Lo spettro di una guerra regionale scatenata dal conflitto in corso in Yemen, sta assumendo i contorni sempre più concreti. Teheran condanna duramente i raid aerei lanciati dalla coalizione guidata dall’Arabia Saudita, con l’appoggio logistico degli Stati Uniti, contro le postazioni dei ribelli Houthi. I vertici iraniani parlano di “interferenza” esterna mentre il ministro degli esteri Mohammad Javad Zarif ha chiesto l’avvio del dialogo tra i diversi <a href="http://it.euronews.com/2015/03/25/yemen-il-conflitto-che-rischia-di-destabilizzare-la-penisola-araba/">attori del conflitto</a></p> <p>In questo quadro anche Mosca si schiera, criticando l’intervento armato. </p> <p>“Siamo di fronte a un chiaro uso di due pesi e due misure – sottolinea il ministro degli esteri russo, Sergei Lavrov – Ovviamente non avremmo mai voluto che accadesse quello che sta succedendo né in Ucraina né in Yemen. In entrambi i casi il percorso prima di arrivare alla riconciliazione nazionale è lungo”. </p> <p>Il presidente turco Erdogan, alla guida di una delle principali potenze sunnite della regione ha mostrato insofferenza nei confronti di Teheran, accusato di appoggiare gli sciiti Houthi.</p> <p>“L’Iran sta cercando di dominare la regione – ha detto il capo di stato turco – Si stanno impegnando per questo. Possiamo tollerarlo? L’influenza iraniana comincia a dar fastidio a molte nazioni, tra cui Turchia, Arabia Saudita e i Paesi del Golfo Persico”. </p> <p>Sul terreno intanto la coalizione di Paesi arabi ha proseguito per la seconda notte consecutiva raid aerei contro le postazioni dei ribelli sciiti Houthi, su Sanaa e Aden.<br /> Mentre il presidente destituito Mansour Hadi, rifugiatosi in Arabia Saudita, parteciperà nel fine settimana al vertice della Lega Araba a Sharm el-Sheikh, in Egitto.</p>