ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ungheria: Orban travolto dal fallimento dell'agenzia ''Questor''

Uno scandalo costato miliardi a tanti piccoli risparmiatori travolge in Ungheria il premier nazionalista Orban. A fallire è stata l’agenzia

Lettura in corso:

Ungheria: Orban travolto dal fallimento dell'agenzia ''Questor''

Dimensioni di testo Aa Aa

Uno scandalo costato miliardi a tanti piccoli risparmiatori travolge in Ungheria il premier nazionalista Orban. A fallire è stata l’agenzia finanziaria “Questor” alla quale erano stati affidati anche miliardi di denaro pubblico. Finito in manette il titolare: Csaba Tarsoly, uno degli oligarchi vicino al governo. Viktor Orban, parlando con la stampa, ha ammesso che diversi ministeri avevano affidato soldi dello Stato al titolare. Una bufera di critiche è piombata sul premier che pur avendo ordinato di ritirare il denaro pubblico prima del fallimento non ha diffuso la notizia salvando gli investimenti dei piccoli risparmiatori. Per l’opposizione il premier deve dimettersi e deve essere aperta un’inchiesta.

Point of view

Il governo ha messo i propri soldi al sicuro, lasciando in difficoltà la gente comune. Orban deve dimettersi

‘‘Il governo ha messo i propri soldi al sicuro lasciando in difficoltà la gente comune. Orban è andato ben oltre le sue prerogative e deve dimettersi’‘, ha detto il leader del partito socialista Tóbiás József.

L’investimento di denaro pubblico in agenzie di brokeraggio è contro la legge, la magistratura sta indagando. ‘‘Al momento non è chiaro chi sono i responsabili, quello che vediamo è che la lista dei nomi si allunga ogni giorno. Grazie al lavoro di esperti legali, nei prossimi giorni saremo in grado di capire chi verrà citato a giudizio’‘, spiega István Kálmán-Pikó, il rappresentante legale delle vittime.

Apagare il prezzo più alto sono i piccoli risparmiatori come spiega il nostro corrispondente a Budapest, Attila Magyar: ‘‘Mentre lo scandalo dell’agenzia finanziaria ‘Questor’ tocca i livelli politici più alti, le vittime non hanno ancora accesso a nessuna informazione. Non sanno se riusciranno a riavere la totalità o una parte di soldi che hanno investito’‘.