ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: Debaltseve è caduta. Lealisti evacuano. Separatisti prendono controllo

I soldati ucraini lasciano la città di Debaltseve, in Ucraina orientale. Una lunga colonna di umanità dolente: uniformi lise, feriti trasportati

Lettura in corso:

Ucraina: Debaltseve è caduta. Lealisti evacuano. Separatisti prendono controllo

Dimensioni di testo Aa Aa

I soldati ucraini lasciano la città di Debaltseve, in Ucraina orientale.

Una lunga colonna di umanità dolente: uniformi lise, feriti trasportati alla meno peggio e facce stravolte da giorni di razionamento viveri e bombardamenti incessanti. I lealisti abbandonano la città, importante snodo ferroviario e strategica per separatisti e forze ucraine.

Per alcune ore si era sparsa la voce che la ritirata fosse stata una scelta per ottemperare al cessate-il-fuoco discusso a Minsk. Poi, con il passare del tempo le cose si sono fatte più chiare. I militari lealisti erano circondati da giorni e da quasi una settimana non più approvvigionati. Per evitare un massacro hanno deciso di abbandonare le armi e ritirarsi passando attraverso un corridoio umanitario che i separatisti hanno garantito.

Ovvia la rabbia di Kiev che ha denunciato questa azione e chiesto una risposta della comunità internazionale. Poroshenko ha affermato che si trattava di una ritirata prevista, ma, a vedere le condizioni dei soldati, l’impressione è ben diversa da quanto detto dal presidente ucraino.

Malgrado il cessate il fuoco tuttavvia i combattimenti continuano in molte zone. Finora il computo ufficiale dei morti della guerra in Ucraina supera le 5200 vittime, ma il numero potrebbe essere molto più alto.