ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Omar al-Bashir a euronews: ''Per fermare l'Isil le bombe da sole non bastano''

Per fermare l’Isil le bombe da sole non bastano. I gruppi terroristici non vanno combattuti solo militarmente ma anche a livello ideologico: questo è

Lettura in corso:

Omar al-Bashir a euronews: ''Per fermare l'Isil le bombe da sole non bastano''

Dimensioni di testo Aa Aa

Per fermare l’Isil le bombe da sole non bastano. I gruppi terroristici non vanno combattuti solo militarmente ma anche a livello ideologico: questo è il pensiero di Omar al-Bashir, presidente del Sudan, che parla in un’intervista esclusiva a euronews. Dopo la Giordania, anche l’Egitto di Abdel Fattah al-Sisi ha dichiarato guerra ai jihadisti dell’Isil all’indomani dell’uccisione dei 21 cristiani copti egiziani catturati a Sirte.

“La nostra politica si è rivelata molto efficace. Dopo aver arrestato giovani estremisti, abbiamo instaurato con loro un dialogo per farci raccontare e comprendere i loro pensieri. Siamo riusciti cosi a far abbandonare a molti di questi giovani la strada del radicalismo’‘.

Omar al-Bashir accusa i servizi segreti statunitensi e quelli israeliani di essere all’origine di gruppi come l’Iisil e Boko Haram.

“Penso che la CIA e il Mossad siano dietro queste organizzazioni. Non ci sono musulmani capaci di commettere tali atti. ‘’

L’intervista integrale ad Omar al-Bashir andrà in onda su euronews questo mercoledì su ‘‘The Global Conversation’‘.

SUDAN

  • Fra il 1899 e il 1956 il Sudan (di cui faceva parte anche il Sud Sudan) è rimasto sotto amministrazione coingiunta anglo-egiziana. L’Egitto era un protettorato britannico all’epoca. Londra aveva dunque, di fatto, il controllo sul Sudan.
  • L’Egitto ha restituito al Sudan la sua teorica sovranità dopo la rivoluzione egiziana nel 1952, una tattica voluta dai nazionalisti egiziani per costringere i britannici ad abbandonare le proprie pretese sul Sudan. Il piano ebbe successo e il Sudan divenne uno stato indipendente il primo gennaio 1956, il più esteso d’Africa sino all’indipendenza del sud Sudan.
  • Darfur – Quando Gran Bretagna ed Egitto hanno accampato il diritto di sovranità sul Sudan nel 1899 hanno concesso alla regione una parziale indipendenza come sultanato. Nel 1916 tuttavia Londra incorpora il Darfur nel Sudan per evitare che il territorio possa cadere nelle mani dell’impero ottomano nella prima guerra mondiale.
  • Il Sud Sudan ha invece conquistato la sua indipendenza il 9 luglio del 2011, sei mesi dopo un referendum in cui il 98.83% degli aventi diritto di voto nella regione hanno votato a favore della secessione.
  • Dati:

    • Superficie: 1.86 milioni km2
    • Popolazione: 37.29 milioni (luglio 2014)
    • Reddito pro capite: $1,793
    • Età media: 19.1 years
    • Alfabetizzazione: 71.9%
    • Religione: Musulmano-sunnita, una minoranza è cristiana
    • Lingue ufficiali: Arabo e Inglese
    (Fonti: CIA factbook, Republic of Sudan Bureau of Statistics, IMF)