ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sudan accusato di stupri di massa,Omar al-Bashir a euronews: ''Notizie infondate''

Omar al-Bashir, presidente del Sudan, accusato dalla Corte Penale Internazionale di genocidio e crimini contro l’umanità, risponde a euronews delle

Lettura in corso:

Sudan accusato di stupri di massa,Omar al-Bashir a euronews: ''Notizie infondate''

Dimensioni di testo Aa Aa

Omar al-Bashir, presidente del Sudan, accusato dalla Corte Penale Internazionale di genocidio e crimini contro l’umanità, risponde a euronews delle accuse di stupro rivolte ai soldati sudanesi. La denuncia è in un rapporto di Human rights watch. 221 donne avrebbe subito violenze tra il 30 ottobre e il 1 novembre del 2014 nella regione del Darfur, nella città di Tabit. A confermare lo stupro di massa ci sono le testimonianze di 15 vittime.

“Non si tratta di un rapporto ma di una radio che è ostile a noi e che si chiama Radio Dipanga. Dietro questa emittente c‘è l’opposizione ed è anche finanziata da Israele. Le Nazioni Unite, purtroppo, hanno dato seguito alla notizia diffusa da questa radio e hanno inviato un gruppo di investigatori in questo villaggio che si chiama Tabit. Questo team ha verificato che l’informazione era infondata e quando sono rientrati hanno stilato un rapporto in cui hanno scritto che non c‘è stato alcuno stupro’‘, ha dichiarato a euronews Omar al-Bashir.

Le indagini dell’Onu erano state intralciate in ogni modo dal governo sudanese. I caschi blu erano stati autorizzati a recarsi sul posto solo scortati dagli agenti. Secondo le Nazioni Unite lo stupro è usato come arma di guerra nel Darfur. Questo conflitto dimenticato è per Human rights watch un ‘‘crimine contro l’umanità’‘.


SUDAN

  • Fra il 1899 e il 1956 il Sudan (di cui faceva parte anche il Sud Sudan) è rimasto sotto amministrazione coingiunta anglo-egiziana. L’Egitto era un protettorato britannico all’epoca. Londra aveva dunque, di fatto, il controllo sul Sudan.
  • L’Egitto ha restituito al Sudan la sua teorica sovranità dopo la rivoluzione egiziana nel 1952, una tattica voluta dai nazionalisti egiziani per costringere i britannici ad abbandonare le proprie pretese sul Sudan. Il piano ebbe successo e il Sudan divenne uno stato indipendente il primo gennaio 1956, il più esteso d’Africa sino all’indipendenza del sud Sudan.
  • Darfur – Quando Gran Bretagna ed Egitto hanno accampato il diritto di sovranità sul Sudan nel 1899 hanno concesso alla regione una parziale indipendenza come sultanato. Nel 1916 tuttavia Londra incorpora il Darfur nel Sudan per evitare che il territorio possa cadere nelle mani dell’impero ottomano nella prima guerra mondiale.
  • Il Sud Sudan ha invece conquistato la sua indipendenza il 9 luglio del 2011, sei mesi dopo un referendum in cui il 98.83% degli aventi diritto di voto nella regione hanno votato a favore della secessione.
  • Dati:

    • Superficie: 1.86 milioni km2
    • Popolazione: 37.29 milioni (luglio 2014)
    • Reddito pro capite: $1,793
    • Età media: 19.1 years
    • Alfabetizzazione: 71.9%
    • Religione: Musulmano-sunnita, una minoranza è cristiana
    • Lingue ufficiali: Arabo e Inglese
    (Fonti: CIA factbook, Republic of Sudan Bureau of Statistics, IMF)