ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, si spara ancora a 24 ore dalla tregua

Combattimenti nelle zone di Debaltseve, controllata dall'esercito, e Donetsk, in mano ai filorussi.

Lettura in corso:

Ucraina, si spara ancora a 24 ore dalla tregua

Dimensioni di testo Aa Aa

Troppe ore tra l’accordo per la tregua e l’effettiva entrata in vigore. Ore nelle quali è continuato a succedere di tutto nell’est dell’Ucraina. Ed è sempre più difficile pensare che si arresti allo scoccare della mezzanotte tra sabato e domenica, ora locale.

Si contano 24 vittime nelle ultime ore. Due terzi delle quali tra i civili.

Teatro degli ultimi scontri è ancora, un po’ più a nord, l’area di Debaltseve, sotto il controllo sempre meno sicuro dell’esercito ucraino e bombardata dai filorussi.

Largamente coinvolta, dalla pioggia di bombe, anche Artemivsk, pur distante circa 40 chilometri dal fronte.

Più a sud si invertono le parti. Colpita anche Horlivka, dove sono morti per mano di soldati ucraini tre bambini, secondo i ribelli. Il bersaglio dell’artiglieria pesante dei militari di Kiev è la roccaforte separatista Donetsk.

“Di che cessate il fuoco stiamo parlando? Non c‘è un minuto di calma qui. Vogliono sbarazzarsi di noi prima che arrivi il 15 febbraio” ha commentato una residente di Donetsk

Allo scoccare dell’ora manca ormai poco, ma la tregua non appare affatto vicina. Popolazioni stremate cercano spiragli di normalità, facendo scorta di legna, sostituendo finestre. Non resta loro che sperare nell’arrivo di una mezzanotte che cambi davvero qualcosa.