ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La nuova Grecia respinge dettami Troika. Parigi offre mediazione fra Atene e Berlino

Il presidente francese François Hollande e la cancelliera tedesca Angela Merkel si sono incontrati a Strasburgo per concordare una posizione comune

Lettura in corso:

La nuova Grecia respinge dettami Troika. Parigi offre mediazione fra Atene e Berlino

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente francese François Hollande e la cancelliera tedesca Angela Merkel si sono incontrati a Strasburgo per concordare una posizione comune su quanto sta avvenendo in Grecia. Tuttavia non c‘è ancora una dichiarazione. Da parte francese però, c‘è il fatto che il neoesecutivo ellenico sia considerato espressione della volontà popolare e come tale vada rispettato. Persino il presidente socialista del parlamento europeo, il tedesco Martin Schulz ha però avvertito il premier Tsipras di rispettare i patti pregressi. “Non rispettando le condizioni trattate con la troika Tsipras mette il suo Paese in pericolo”, ha detto minaccioso Schulz.

Da questo orecchio però, soprattutto il neoministro greco delle finanze Yannis Varoufakis, non sembra sentirci: “Per fare il bene dell’europa e dell’eurozona serve un nuovo compromesso che uscirà da nuovi negoziati fra tutti gli europi che vogliono davvero l’interesse del vecchio continente”.

Finora l’unica proposta che i partner europei sembrano disposti a discutere è quella di un eventuale rinegoziazione dei tempi per la restituzione degli aiuti. Il massimo che Berlino sembra essere disposta a concedere. Ma qui si scontrano due visioni politiche. Per il neoesecutivo ateniese quel debito è ineleggibile perché ucciderebbe la Grecia. Forte del consenso elettorale Tsipras è convinto che la strada sia tracciata. Resta da vedere se Atene riuscirà ad imporre la sua visione. Parigi si è offerta per un ruolo di mediazione fra Atene e Berlino.