Donbass. Intesa di massima Mosca-Kiev per ritiro armi pesanti dal fronte

Access to the comments Commenti
Di Andrea Neri
Donbass. Intesa di massima Mosca-Kiev per ritiro armi pesanti dal fronte

<p>Ritirare gli armamenti pesanti dalla linea del fronte di combattimento nell’Est dell’Ucraina. È l’accordo al ribasso raggiunto nel vertice a 4 tenutosi in serata a Berlino tra i Ministri degli Esteri di Russia, Germania, Ucraina e Francia.</p> <p>L’incontro si è concluso con un appello scritto alle parti coinvolte nel conflitto a porre fine alle ostilità. “Ora resta da vedere se effettivamente ci sarà un ripiegamento delle armi pesanti verso le retrovie” ha detto il Ministro degli Esteri Frank-Walter Steinmeier a conclusione del vertice. “Per ora restiamo confidenti e la Russia in particolare ha promesso che eserciterà la necessaria pressione sui separatisti nell’Est dell’Ucraina”.</p> <p>Una misura la cui urgenza è tanto più evidente rispetto all’evolvere della situazione sul terreno, a Donetsk in particolare. I combattimenti tra l’esercito ucraino e le forze ribelli non hanno fatto che aggravarsi negli ultimi giorni. Quello che era l’aeroporto internazionale di Donetsk, inaugurato due anni fa, resta il cuore degli scontri.</p> <p>Tuttavia le possibilità d’intesa tra Kiev e Mosca sono tanto più deboli dal momento che il Presidente ucraino Petro Poroshenko ha ribadito le accuse al Cremlino dicendo che sono ormai 9.000 i soldati russi presenti nel Donbass. Truppe con equipaggiamenti tutt’altro che improvvisati. Mosca nega tuttavia un coinvolgimento diretto al fianco dei ribelli.</p>