ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Altri 500 milioni all'Ucraina. Ma ora Bruxelles chiede riforme

Lettura in corso:

Altri 500 milioni all'Ucraina. Ma ora Bruxelles chiede riforme

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stata sborsata la seconda tranche di aiuti europei all’Ucraina, 500 milioni di euro. In tutto Kiev ha ricevuto oltre un miliardo e trecento milioni di euro nell’ambito dei programmi di assistenza finanziaria. Ora il commissario europeo agli affari economici aspetta che anche l’Ucraina faccia la sua parte.

“Il problema non è soddisfare le necessità finanziarie, il punto chiave per noi è portare avanti le riforme di cui c‘é bisogno” – ha dichiarato Pierre Moscovici.

Bruxelles chiede leggi anti-corruzione e leggi piu’ severe nel settore energetico e delle finanze pubbliche. Secondo il presidente ucraino Poroshenko, se l’Ucraina farà le riforme, tra sei anni potrà chiedere di aderire all’Unione europea, ma Pierre Moscovici non lascia false illusioni:

“Non è il momento per parlarne. Penso che sarebbe un errore farlo. Naturalmente l’Ucraina è un partner forte dell’Europa, è un paese molto vicino all’Europa, ma in futuro vedremo in che modo questo partneriato evolverà, e quanto diventerà intimo”

Altri 250 milioni di euro potrebbero essere sborsati a Kiev all’inizio dell’anno. La commmissione europea sta ora esaminando le condizioni per un terzo programma di aiuti come già richiesto dalle autorità ucraine.