ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Russia a colori, com'era cento anni fa

Lettura in corso:

La Russia a colori, com'era cento anni fa

Dimensioni di testo Aa Aa

La Russia di cento anni fa, a colori. Un viaggio che continua ad appassionare il grande pubblico da quando, nel 2010, la Library of Congress di Washington ha digitalizzato le lastre di Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii.

Fotografo e chimico, questo intellettuale russo divenne famoso ai primi del Novecento per un’indagine fotografica sull’impero russo che gli era stata commissionata dall’ultimo zar, Nicola II.

Un progetto che lo impegnò per diversi anni, dal 1909 al 1915, facendolo viaggiare in lungo e in largo, e che Prokudin-Gorskii realizzò al meglio delle possibilità tecniche di cui disponeva.

All’epoca, la pellicola a colori ancora non esisteva. Prokudin-Gorskii aveva però inventato un apparecchio speciale, che gli consentiva di scattare tre immagini in bianco e nero in rapida successione con tre diversi filtri: rosso, verde e blu. Le immagini venivano poi proiettate con lanterne a luce colorata filtrata e ricomposte sullo schermo. Il risultato sono immagini con colori vividi, abbastanza simili a quelli originali.

I suoi scatti fermano la secolare vita quotidiana russa ad un passo dalla Prima guerra mondiale e dalla Rivoluzione d’Ottobre. Eventi che avrebbero travolto anche l’esistenza di Prokudin-Gorskii. Il fotografo fuggì dalla Russia nel 1918, rifugiandosi prima in Norvegia e poi in Gran Bretagna, per approdare infine a Parigi, dove morì nel 1944.

La metà dei suoi negativi venne confiscata dalle nuove autorità russe. Poi, nel 1948, i suoi eredi vendettero la collezione, i negativi e tutta l’attrezzatura per sviluppare le immagini alla Biblioteca del Congresso di Washington.

Di seguito vi proponiamo una selezione delle sue fotografie, che catturano la diversità della Russia pre-rivoluzionaria.

  • 'Armenian women (Catholics) in customary dress', taken between 1905 and 1915. [Artvin] - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Armenian women in holiday attire', taken between 1905 and 1915. [Artvin] - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Austrian prisoners of war near a barrack', 1915. [near Kiappeselga] - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Bashkir woman in a folk costume', 1910 - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Church of Saint John the Precursor on Malyshevaia Hill', 1909. [Staraia Ladoga, Russian Empire] - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Crew of the steamship "Sheksna" of the M.P.S.' (Ministry of Communication and Transportation), 1909. [Russian Empire] - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Dagestani types', taken between 1905 and 1915. - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Entrance into the yard of the Church of Saint George', 1909 [Staraia Ladoga, Russian Empire] - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Georgian woman', taken between 1905 and 1915 - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'On the handcar outside Petrozavodsk on the Murmansk railway', 1915 - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Kurd woman with children', taken between 1905 and 1915. [Artvin] - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Man with camel loaded with packs', taken between 1905 and 1915 - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Mugan. Settler's family', taken between 1905 and 1915. [Settlement of Grafovka] - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Mullahs in mosque', taken between 1905 and 1915. [Aziziia, Batumi] - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Old cross in the Assumption Monastery for women', 1909. [Staraia Ladoga, Russian Empire] - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Pinkhus Karlinskii', 84 years old. Taken in 1909 after he had done 66 years of service as supervisor of Chernigov floodgate. [Russian Empire] - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Nikolaevskii Cathedral from the left bank of the Western Dvina', 1912. [Polotsk] - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii

  • 'Russian children sitting on the side of a hill near a church and bell tower in the countryside near White Lake, in the north of European Russia', 1909 - Sergei Mikhailovich Prokudin-Gorskii