ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aumentare l'efficienza energetica

Lettura in corso:

Aumentare l'efficienza energetica

Dimensioni di testo Aa Aa

Serge Rombi, euronews: “Buongiorno e benvenuti a una nuova puntata di Business Planet da Edimburgo, in Scozia. Ridurre i costi energetici e soprattutto quelli legati ai trasporti è l’obiettivo dell’80% delle imprese europee. Qui, diversi imprenditori hanno accettato la sfida. Risultato: meno inquinamento e molta più competitivtà.”

Il rispetto dell’ambiente è iscritto nel dna di EAE, la più grande impresa scozzese specializzata nella distribuzione di manifesti e volantini pubblicitari. Il suo parco veicoli è composto in maggioranza da furgoni alimentati a bio-diesel.

L’anno scorso, l’azienda ha ricevuto la consulenza dei rappresentanti del progetto europeo Ecostars. Da allora, le prestazioni energetiche sono nettamente migliorate.

Glen Bennet, direttore esecutivo EAE: “Dal 2005, abbiamo ridotto le emissioni di Co2 del 70%. Grazie a Ecostars, abbiamo abbattuto le emissioni dei veicoli di 40 tonnellate all’anno”.

Questi sforzi per la riduzione dei consumi hanno consentito all’impresa di ottenere diversi attestati ambientali e di rientrare nei criteri previsti per l’assegnazione di bandi pubblici. L’azienda ha siglato un importante contratto con le agenzie del governo scozzese.

Glen Bennet: “E’ un contratto da 350mila sterline l’anno per tre anni. Ci ha permesso di creare due nuovi posti di lavoro a tempo pieno e ha aumentato il nostro volume di affari del 14% in un anno”.

Serge Rombi, euronews: “Per saperne di più, abbiamo incontrato uno dei responsabili del progetto Ecostars”.

Avviato nel 2009 nella regione dello Yorkshire del sud, il progetto è stato replicato diciassette volte in sette paesi europei. Quattrocento imprese di trasporti hanno ricevuto consulenze gratuite per migliorare l’efficienza energetica dei loro veicoli: oltre 40mila in tutto.

Jim Chappell, manager Ecostars: “Esaminiamo i veicoli, ne valutiamo le emissioni, cerchiamo di capire come l’azienda gestisca il carburante e formi gli autisti, quale sistema di assistenza utilizzi, e ogni altri aspetto di rilevanza ambientale”.

Il progetto Ecostars è stato concepito e finanziato nel quadro del programma europeo Energia Intelligente per l’Europa. Forte del proprio successo, dovrebbe ora essere in condizione di continuare anche senza il supporto dei fondi europei.

Jim Chappell: “Abbiamo visto società capaci di risparmiare fino al 30% di carburante per il trasposto su strada. Ma di solito possiamo contare su un 5% di risparmio. E l’impatto sull’ambiente avviene in proporzione”.

Glen Bennet: “Per me, la chiave del successo è una consulenza esperta come quella di Ecostars, un progetto chiaro e ambizioso, e la testa dura: determinazione, costanza, mai accettare un no come risposta”.