ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Intelligenza artificiale e automazione, un aiuto per riprendersi dalla crisi post-Covid

euronews_icons_loading
Intelligenza artificiale e automazione, un aiuto per riprendersi dalla crisi post-Covid
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre gli Emirati Arabi Uniti ri-aprivano le porte ai turisti, Dubai ha ospitato la sua prima grande conferenza dopo il lockdown: “Artificial Intelligence Everything”. La pandemia ha cambiato, in qualche modo, il circuito del business.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE E ON-LINE AI TEMPI DEL COVID-19

Al meeting presenti i più importanti Amministratori Delegati che hanno discusso di come l'Intelligenza Artificiale potrà aiutare le aziende a riprendersi dalla crisi del Covid-19. Tanti i punti interrogativi e le domande.

"I dati sono una delle cose più importanti. Sono una sorta di carburante. Certo bisogna assicurarsi un team super affidabile in fatto di sicurezza."
Mudasir Sheika
Co-Fondatore e AD "Careem"

Ci si è chiesto se il lato umano può davvero essere sostituito dai robot nel settore alimentare e delle bevande, se Tesla, che è diventata una delle case automobilistiche più forti, avrà come concorrente Nissan. E in che modo modo l’uso dell’intelligenza artificiale influenza ora i clienti.

Per Mudasir Sheika – Co-Fondatore e AD di "Careem", come attività digitale, i dati sono una delle cose più importanti. Sono una sorta di carburante. Certo bisogna assicurarsi un team super affidabile in fatto di sicurezza, si devono avere le infrastrutture e i sistemi giusti per proteggere i dati, che risiedono nel cloud.

Altro punto cruciale l'online. SecondoHani Weiss, AD di "Majid Al Futtaim Retail, è stato testimone di un incredibile aumento del numero di ordini. Durante la pandemia anche chi non aveva mai comprato su internet lo ha fatto, aumentando vertiginosamente i numeri delle piattaforme.

AUTOMAZIONE: I ROBOT SOSTITUIRANNO GLI UOMINI?

Come per l'Intelligenza Artificiale, anche la pandemia, sta senza dubbio accelerando la diffusione dell'automazione nella maggior parte dei settori. L'industria alimentare e quella delle bevande non fa eccezione. La domanda di robot che preparano hamburger e insalate è in aumento. Ccerto alcuni si chiedono se il lato umano possa davvero essere eliminato dall'industria o se è solo una moda passeggera.

"I robot possono avere successo in un momento come quello della pandemia di Covid-19. Ma spariranno con la stessa velocità con cui sono spuntati fuori."
Max Elder
Direttore di ricerca "Institute for the Future"

Sebbene i robot possano essere utili durante una pandemia, alcuni esperti dubitano che possano competere con gli esseri umani nel settore alimentare e delle bevande a lungo termine.

In pratica, assicura Max Elder, Direttore di ricerca presso l'"Institute for the Future", i robot possono avere successo in un momento come quello della pandemia di Covid- Ma spariranno con la stessa velocità con cui sono spuntati fuori.

LE AUTO DEL FUTURO: SFIDA TRA TESLA E NISSAN

In luglio, Tesla è diventata una delle case automobilistiche più forti del mondo. I suoi concorrenti hanno faticato a tenere il passo con l'azienda sempre più innovativa. E questo nonostante il controverso AD Elon Musk, il prezzo delle azioni e l'incapacità di produrre in serie alcuni dei suoi prototipi più interessanti. Ora Nissan, tra gli altri marchi, spera di essere pronto a competere con Tesla con le sue ultime offerte di auto-elettriche.

Nonostante lo stop di oltre due mesi dell’impianto di assemblaggio negli Stati Uniti, il produttore di auto elettriche Tesla, ha registrato un utile netto di 90 milioni di euro per il secondo trimestre del 2020.

“Bisogna essere davvero entusiasti che le auto elettriche stiano finalmente raggiungendo un punto in cui possono eclissare le auto classiche."
Jim Holder
Direttore editoriale "Autocar"

Tesla registra anche il quarto trimestre consecutivo di utili con il titolo vola in borsa. Certo la concorrenza è sempre dietro l’angolo. Come Nissan che sta introducendo sul mercato "Ariya." Nissan non vede l’ora di voltare pagina. Il 2020 è stato, finora, un anno nero.

La casa automobilistica ha perso circa 5,3 miliardi di euro. Il suo ex AD Carlos Ghosn fuggito dopo le accuse di corruzione. Questo SUV elettrico offre un barlume di speranza per il brand.

In termini di concorrenza ci sono diverse buone aziende produttrici di veicoli elettrici, ma il vantaggio di Nissan, secondo gli esperti, è che l'azienda ha iniziato a produrre la Leaf nel 2010. E’ stato il primo veicolo elettrico di produzione in serie al mondo

Veicoli crossover come questi hanno costituito il 40% delle recenti vendite di auto statunitensi. Con un prezzo accessibile, Nissan spera di farsi largo sul mercato, e sbaragliare la concorrenza di Tesla con l'Ariya. Solo il tempo dirà se questa nuova auto elettrica segnerà l’inizio di una nuova era per l'azienda.