Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

L'ambizione di Dubai: 95% di "Felicità" nel 2021

L'ambizione di Dubai: 95% di "Felicità" nel 2021
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

DUBAI (EMIRATI ARABI UNITI) - Felicità? Una parola grossa, indubbiamente. Ma un'analisi tutt'altro che banale del nostro livello di felicità può arrivare persino da una serie di indicatori che compongono il "World Happiness Report", che ogni anno fa la radiografia dei paesi più felici e meno felici al mondo.

Quali sono i criteri presi in considerazione?
La ricchezza pro-capite (il PIL), gli aiuti sociali, l'aspettativa di vita, la possibilità di libera scelta, la generosità e la fiducia (espressa sotto forma di "percezione della corruzione").

Pensate che il concetto di Felicità (useremo la F maiuscola, come ormai avviene ovunque, per rimarcare il potere di questo stato d'animo) è molto soggettivo. Si racconta che, nel X secolo, Abd Al-Rhaman III, Califfo di Cordoba, uomo ricchissimo e potente, in punto di morte abbia contato i suoi giorni felici: e alla fine, secondo lui, furono solo 14.
Possibile?
Possibile, certo. Le strade che portano alla Felicità (o a Happiness Street, come vedremo) sono lunghe, tortuose, indecifrabili e, a volte, impercorribili. Ma qualcuno, alla fine, ce la fa.
Come in Bhutan, ad esempio, paese conosciuto per il suo alto indice di Felicità Interna Lorda, a cui Euronews ha dedicato un servizio nel febbraio 2019.

E ora andiamo alla scoperta di uno dei paesi più felici al mondo, dove l'obiettivo "Felicità" sta diventando qualcosa di sempre meno astratto e sempre più concreto.

Gli Emirati Arabi Uniti sono attualmente al numero 20 nel rapporto sulla Felicità mondiale (2018) e Dubai si è posto l'obiettivo di essere il luogo più felice della terra.

La Felicità è ora un target politico nazionale e oltre a nominare un ministro di Stato per la Felicità e il Benessere degli Emirati Arabi Uniti, Ohoud Al Roumi, è stata lanciata un'Agenda sulla Felicità, supervisionata dal dipartimento governativo "Smart Dubai".

L'Happiness Agenda

"Oggi, per far diventare Dubai un luogo completamente felice, dobbiamo avere una stretta collaborazione tra tutti i settori", spiega Hamad Al-Awadhi, responsabile dell'Happiness Agenda.
"Abbiamo più di 47 modelli di felicità e provengono da più di 40 settori privati o enti governativi. E il loro ruolo è proprio quello di mettere in atto l'Agenda della Felicità. Li addestriamo direttamente o indirettamente a cambiare mentalità, e anche la terminologia, sulla felicità.

"Le persone felici sono più produttive"

I progressi nell'analisi sociale e dei dati non solo economici hanno reso quantificabile la Felicità e questo ha permesso ai governi di considerare persino il suo valore economico.

"Le persone più felici hanno prestazioni migliori, è dimostrato", spiega Corrie Block, analista commerciale ed esperto di Felicità.

"Si comportano meglio, circa il 50% in più. E sono più produttive del 50% quando sono felici e trovano un significato nel lavoro che stanno facendo... Le persone felici sono anche più leali, l'88% di loro, proprio perché trovano significato nel 50% della loro vita che passano al lavoro".

C'è persino Happiness Street...

Recentemente nominati uno dei migliori luoghi al mondo per lavorare, gli Emirati Arabi sono ai primi posti nel sondaggio economico-sociale Expat Explorer di HSBC.
I motivi principali per trasferirsi negli Emirati? L'aumento dei guadagni, la progressione della carriera e una migliore qualità della vita.

"Qui c'è persino Happiness Street... Dove siamo venuti oggi per scoprire quanto siano felici le persone a Dubai", racconta la corrispondente di Euronews, Jane Witherspoon.

"Can do attitude", sole non-stop, sicurezza e pulizia

"Dubai promuove davvero una "can do attitude" tra gli Emirati e le persone scelgono di vivere qui", spiega Kieron, che viene dal Regno Unito.

"Direi che l'ambiente qui ti fa sentire più felice. Da dove vengo io, in Galles, piove molto ed è sempre grigio. Qui il sole non-stop ti fa sentire bene ogni giorno".
Jared
Cittadino gallese che vive a Dubai
Jared ha lasciato la pioggia del Galles per il sole di Dubai. Come dargli torto?

"Mi sento al sicuro, questa è una cosa importante. E sembra pulito ovunque, anche questo è qualcosa di diverso dal solito", ribatte l'americano Carl.

La scienza della Felicità

Ma esiste anche la scienza per la Felicità.

"Tutto il pianeta vive felice esattamente allo stesso modo. Dopamina, serotonina e ossitocina. È la combinazione di quei tre neurochimici", continua Corrie Block.
"La dopamina è la cosa più avvincente del pianeta e ognuno di noi la produce continuamente nella nostra testa.
Il numero due è la serotonina. Questa è la sostanza chimica per eccellenza: è quella che ottieni quando sai che stai giocando un ruolo significativo nella società in cui ti trovi.
E la terza è l'ossitocina. E l'ossitocina è la sostanza chimica dell'appartenenza".

Il misuratore di Felicità: obiettivo 95%

C'è persino un modo di misurare la Felicità grazie all'Intelligenza Artificiale, come l'AI Directions.

"Questa tecnologia può utilizzare qualsiasi fotocamera, in questo caso un laptop", spiega Jane Witherspoon.
"E il software riconosce prima il viso e poi i muscoli del viso. E analizza 64 fotogrammi al secondo e traduce i movimenti del viso in una delle sette emozioni, quindi vediamo cosa sono:.......Felice!"

L'Intelligenza Artificiale ha sentenziato: Jane è felice!

Nella speranza che la Felicità continui...

"Happiness Meter" è una delle prime iniziative strategiche per una "smart city" come Dubai.
È il primo programma tecnologico al mondo utilizzato per misurare il benessere.
Attualmente distribuito in oltre 40 dipartimenti governativi, ha raccolto oltre due milioni di voti da quando è stato lanciato.
Oggi, il punteggio di Felicità medio per Dubai è dell'89%. L'obiettivo è stato fissato al 95% entro il 2021. Nella speranza che la Felicità continui ad avere un impatto positivo sulle attività commerciali della città e sull'economia.

Un esempio "grafico" dell'Happiness Meter.

Link utili

- il sito di World Happiness Report

- Gli umani non sono fatti per essere felici

"Social" Backstage

Un buon motivo per visitare Dubai? Con questo tweet dell'Ufficio Turistico di Dubai, vi facciamo venire l'acquolina in bocca...

Una cartolina da... Dubai (e la sua Felicità)

Felicità è... un saluto dal Golfo Persico!