ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Comic Con di Dubai, l'appuntamento dei fan di fumetti in Medio Oriente

La Comic Con di Dubai, l'appuntamento dei fan di fumetti in Medio Oriente
Dimensioni di testo Aa Aa

"Avengers: End Game" è già l'evento cinematografico dell'anno. Con un miliardo e 200 milioni di dollari incassati solo nel primo weekend, ha dimostrato che la passione per i supereroi va ormai ben al di là della nicchia dei fan Marvel e DC Comics.

Fan che si danno appuntamento regolarmente a eventi come la Comic Con di Dubai, dove possono entrare in diretto contatto con alcuni dei più grandi nomi dei fumetti, artisti di fama mondiale e star del piccolo e del grande schermo.

Un esempio illustre è Bob Layton, co-creatore di Iron Man e figura di culto nell'industria del fumetto. "Il mio legame con Iron Man dura da quarant'anni - conferma lui - e ha attraversato così tante evoluzioni che ora il mio nome è diventato sinonimo del personaggio. Avere la possibilità di incontrarsi e condividere con altri l'esperienza ed esprimere il proprio amore e la propria passione per il fumetto o poter ascoltare le persone che li hanno creati e scoprire le storie dietro le quinte, tutto questo è straordinariamente esaltante".

Da quando è stata creata nel 2012, la convention è cresciuta fino a diventare il maggiore evento del suo genere nella regione. Circa 50 mila i visitatori lungo i tre giorni della Con, tra fan, artisti e star internazionali. Non possono naturalmente mancare i cosplayer. Abbiamo incontrato tra gli altri uno Star-Lord, una Gamora, una "specie di principessa amazzone", e altra gente che ha ammesso di non andare di solito al centro commerciale (la Comic Con si teneva al Dubai Mall) "vestita così".

E per chi non ama travestirsi, c'è comunque parecchio da fare: sfidare gli amici ai videogame, testare tecnologie all'avanguardia e, naturalmente, incontrare le star. Come Ross Marquand, che interpreta Aaron in "The Walking Dead", che si è detto stupito dall'accoglienza dei fan: "È incredibile, ogni volta che facciamo un tour promozionale o altro in qualsiasi parte del mondo, troviamo gente che va pazza per la nostra serie. È stupendo. La gente qui è davvero gradevole, sia il personale sia i fan. Incontrare e interagire con loro è stato meraviglioso. Sono stati molto accoglienti e la mia prima volta in Medio Oriente è stata semplicemente fantastica".

Gli organizzatori, come Michael Lamprecht, vantano il multiculturalismo come tratto distintivo della convention di Dubai: "Quel che rende la Comic Con di Dubai speciale - spiega Lamprecht - è che eventi come quelli di San Diego o New York sono molto centrati sul paese in cui si svolgono, mentre la Dubai Comic Con è una sorta di melting pot di culture".

View this post on Instagram

All the feels ?

A post shared by Middle East Film & Comic Con (@mefcc) on