This content is not available in your region

Arte, cultura, cinema e cucina: Gedda, una città da scoprire

Arte, cultura, cinema e cucina: Gedda, una città da scoprire
Diritti d'autore  euronews   -  
Di Euronews

Il motto dei suoi abitanti è "Jeddah Ghair", "Gedda è diversa", e la città sa certamente come lasciare il segno: arte e cultura sono nel suo dna. Gedda, seconda città dell'Arabaia Saudita, situata sulle sponde del Mar Rosso, è la sede dell'esposizione 21,39 Jeddah Arts Exhibition e dell'Hayy Jameel, uno spazio dedicato all'arte.

Dal lungomare alberato, costellato di sculture, al Sac, uno spazio per l'arte contemporanea: in città l'arte è ovunque. La nona edizione della mostra 21,39 Jeddah Arts si chiama Amakin e gli artisti sono stati invitati a esplorare il loro rapporto con luogo specifico: 21,39 è una delle più antiche mostre d'arte qui in Arabia Saudita - dice l'artista Lujain Faqerah -. È una mostra collettiva con artisti non solo locali, ma di tutto il mondo. Ogni anno presenta un tema più interessante dell'anno precedente.

Dall'altra parte della città il centro d'arte Hey Jameel, aperto di recente, è un polo culturale multidisciplinare. "Hayy Jameel sta diventando un crogiolo e uno spazio intimo per i creativi, che possono così perfezionare le proprie tecniche, imparare gli uni dagli altri e dalla comunità: sia dalla comunità da tempo attiva in Arabia Saudita, che da quella internazionale", dice Rahul Gudipudi, curatore delle mostre ad Hayy Jameel.

Al-Balad, il set cinematografico perfetto

Al-Balad è un quartiere nel centro storico di Gedda. Fa parte del patrimonio mondiale dell'Unesco e dal 2019 ospita il Red Sea International Film Festival. Lina Malaika è una regista locale che ha girato qui il suo film di debutto. "Sono cresciuta ammirando il cinema - dice Malaika -. Per me è il modo migliore di trasmettere ogni tipo di messaggio. Così ho studiato regia a New York. L'anno scorso ho co-diretto un film con il mio amico David Dark. Si chiama Maskoon. È un thriller psicologico. Abbiamo girato l'intero film ad Al-Balad. Se passate per Al-Balad, noterete che è un set cinematografico perfetto, la città è tra i protagonisti di Maskoon. La trama del film ruota attorno ad Al-Balad. Allo stesso tempo mostra la bellezza delle arti, della cultura e del nostro ricco patrimonio. Il film è stato selezionato per essere presentato in anteprima al Red Sea International Film Festival, il primo del suo genere. Quando ho deciso di fare cinema non era una cosa a cui pensavo: il cinema è la mia passione e guardate dove siamo oggi. Il film è apprezzato e sostenuto da tutti. Sono molto orgogliosa di essere un regista saudita. Ma da questo deriva ovviamente un'enorme responsabilità. Devo assicurarmi di creare un lavoro dinamico, informativo ed elaborato che rappresenti effettivamente me e il mio Paese".

Una città ricca di sapori

Dal mercato del pesce sul lungomare ai numerosi food truck sparsi per la città: Gedda è ricca di sapori. I sauditi sono noti per la loro ospitalità e ho avuto modo di provare alcuni dei migliori posti in città. Il vantaggio di essere una città portuale è che il pesce fresco è in cima al menù di molti ristoranti. Baeshen è uno dei più celebri.

Non si può venire a Gedda senza provare il pane arabo appena sfornato. Fondata più di 100 anni fa, Forn Al-Shaikh è una delle panetterie più antiche dell'Arabia Saudita.La scena gastronomica di Gedda è ricca. Lo chef Keith Yeap dirige la cucina del pluripremiato Shang Palace: propone una cucina cinese moderna, con un menù colorato. "Se il piatto è colorato, il 30% del lavoro è già fatto - dice Yeap -. L'altro 70% si basa sulla consistenza e sul sapore del cibo. Ci sono tanti cibi colorati nel mio piatto, anche l'occhio vuole la sua parte".