This content is not available in your region

Operalia: sforna stelle a Londra

Operalia: sforna stelle a Londra
Di Euronews

<p>In associazione con: <a href="http://www.medici.tv/" rel="external"><img src="https://static.euronews.com/articles/bonus/196086/logo-medici-tv.jpg" /></a></p> <p>Gli astri nascenti dell’opera svelati a <a href="http://www.operaliacompetition.org/">Operalia</a>, il prestigioso concorso annuale dedicato alla lirica e fondato da <a href="http://www.placidodomingo.com/inhalt.php?id=7486&menu_level=2&id_mnu=9912&id_kunden=1002">Plácido Domingo</a>, che potrebbe portare le loro carriere alle piú alte sfere. </p> <p>Nella pre-selezione, su mille candidati tra i 18 e 32 anni, solo 40 sono stati invitati a fare un provino alla 23esima edizione. Il concorso per la prima volta quest’anno si è tenuto a Londra. </p> <p>Peter Mario Katona, direttore del casting, <a href="http://www.roh.org.uk/"><span class="caps">ROH</span></a>: “Operalia si è spostata in tutto il mondo per vent’anni e credo fosse giunto il momento che si fermasse a Londra – Londra e il Covent Garden, rappresentano le tappe principali della carriera di Plácido Domingo. Noi abbiamo fatto di tutto perchè gli organizzatori pensassero ‘deve essere qui, questa volta deve essere a Londra!’ E alla fine lo abbiamo fatto a Londra”. </p> <p>Il segno di Domingo è particolarmente evidente nel premio assegnato ai migliori cantanti maschii e femminili di <a href="http://www.zarzuela.net/">Zarzuela</a>, l’operetta spagnola: che quest’anno ha visto il soprano sud coreano Hyesang Park e il tenore rumeno, Ioan Hotea, vincitori.</p> <p>Plácido Domingo, presidente e fondatore di Operalia: ‘‘Ioan, lo conosco da tempo, abbiamo lavorato insieme a Monte-Carlo. Lo ho diretto in <a href="http://www.operamanager.it/cgi-bin/process.cgi?azione=ricerca&tipo=OP&id=1133">‘‘Amelia al ballo’‘ di Gian Carlo Menotti</a> è ha fatto un miglioramento incredibile, sapete?’‘</p> <p>Ioan Hotea, tenore, Romania, 25 anni: “Sono felice, non so come dirlo in altro modo… É stato come in un sogno, uno shock, non so!”</p> <p><a href="http://lisedavidsen.com/">Lise Davidsen</a>, vincitrice di Operalia 2015, ha ricevuto anche il <a href="http://birgitnilssonprize.org/">premio Birgitt Nilsson</a> per la sua interpretazione di Wagner “Dich Teure Halle” tratta da Tannhäuser. </p> <p>Plácido Domingo: “Lize è una tra i molti cantanti scandinavi che canta Wagner. Lei è in grado di mostrare, con una voce fenomenale e drammatica come si può cantare un’Aria così difficile. Ha catturato il pubblico, da subito. “</p> <p>Il pubblico ha fatto la sua scelta e ha incoronato, senza dubbi, la soprano norvegese.</p> <p>Lise Davidsen, soprano, Norvegia, 28 anni: “Da tutti i punti di vista, è il migliore, nel senso che, è quello per cui cantiamo, qui c‘è quello che vorremmo raggiungere.”</p> <p>Ma Operalia puó diventare un propulsore di carriera per tutti i partecipanti al concorso. </p> <p>Plácido Domingo: “Molti degli elementi presenti al concorso, sono stati ben valutati e non c‘è da sorprendersi se uno dei giudici, per esempio, prendesse il tenore sudafricano e ne facesse un protagonista in qualche performance.”</p> <p>Per chiudere l’esibizione del basso-baritono sudafricano Bongani Justice Kubheka, 24 anni.</p>