Francia, forse un ritorno alla mascherina. Cittadini stanchi delle restrizioni

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
Francia
Francia   -   Diritti d'autore  Michel Euler/Copyright 2022 The AP. All rights reserved

Un invito a vaccinarsi e ad usare tutte le precauzioni necessarie specie in luoghi affollati. Per ora in Francia l’uso della mascherina non è ancora obbligatorio ma fortemente raccomandato di fronte a nuova ondata di Covid-19 che si aggiunge all’influenza.

Nessuno la indossa quasi più sui mezzi sui trasporti pubblici o nei centri commerciali anche quando c’è molta folla. Se i casi dovesse ulteriormente salire nelle prossime settimane il governo di renderla obbligatoria, come annunciato dal ministro della Salute francese Francois Braun.

"Nei posti dove c’è molta folla è meglio indossare la mascherina perché non si può mai sapere se siamo vicino a un positivo, se noi stessi siamo positivi e abbiamo accanto persone fragili, malati oncologici o che hanno ricevuto un trapianto di rene. Dobbiamo essere tutti responsabili tornare alle vecchie e buone abitudini delle misure protettive”, ha sottolineato Braun. 

Il ministro ha quindi spiegato di non essere "favorevole alla coercizione” esortando i suoi concittadini a fare le dosi booster, mentre la campagna per la quarta dose non avanza: "Lancio un appello solenne alla vaccinazione", ha dichiarato, facendo eco all'"appello solenne" della premier Elisabeth Borne a utilizzare la mascherina nei trasporti pubblici.

I francesi si dicono tuttavia stanchi di tutte restrizioni imposte durante la pandemia. "Cosa faremo se la mascherina dovesse tornare obbligatoria, bella domanda. Personalmente penso che si debba trovare una soluzione per abituarci alla fine al Covid. Abbiamo visto che i contagi si alzano e si abbassano. Sarà difficile rendere obbligatoria di nuovo la mascherina. La gente è stanca di tutta questa situazione, credo che non si dovrebbe fare", dice un parigino.

Intanto accanto all’aumento dei ricoveri preoccupa l’epidemia di bronchiolite tra i neonati insieme all’influenza stagionale che quest’anno sembra davvero mettere a dura prova bambini e adulti.