Belgio, decine di tifosi marocchini in stato di fermo. Scene di guerriglia urbana a Bruxelles

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
Vetrine distrutte a Bruxelles
Vetrine distrutte a Bruxelles   -   Diritti d'autore  Betört kirakat Brüsszelben 2022.11.27-én.

Una violenza inaudita. Macchine e vetrine distrutte, bidoni della spazzatura dati alle fiamme, urla e scontri con la polizia. Sono decine le persone arrestate dopo gli scontri a Bruxelles in seguito alla vittoria del Marocco contro il Belgio ai Mondiali di calcio.

Due agenti sono rimasti feriti a Rotterdam. Per disperdere la folla sono stati usati cannoni ad acqua e lacrimogeni mentre altri tifosi meno violenti festeggiavano per le strade della capitale.

C’è chi dice che ormai i ragazzi sono impazziti. A 14 o 15 anni spaccano tutto. Ho un'attività, mi hanno distrutto tutti gli scooter, tutto.” "Non è normale, è solo calcio. Dobbiamo solo essere contenti e festeggiare se si vince. Non capisco questa violenza, sono molto deluso”, ha dichiarato un residente.

Sono nella tarda serata di domenica la situazione è lentamente tornata alla normalità. Per ora diverse zone della capitale belga sono state chiuse, la metropolitana e i tram interrotti. I disordini sono scoppiati non solo a Bruxelles, ma anche ad Anversa e Liegi.

Belgio-Marocco era una delle partite in programma nella seconda domenica di Qatar 2022. I Diavoli Rossi erano favoriti, ma sono stati sconfitti dal Marocco che con questo successo si è portato al primo posto del Gruppo F.

Sul web sono stati postati diversi video che mostravano l’intervento delle forze dell’ordine con idranti per fermare la folla dei tifosi marocchini. Un pomeriggio di festa si è trasformato in delirio, con il sindaco di Bruxelles, Phillippe Close che su Twitter ha chiesto ai cittadini di non recarsi, se non strettamente necessario, al centro della città.