Regione, in Liguria indice rt pari a uno

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Toti, situazione sotto controllo ma prossimi mesi cruciali
Toti, situazione sotto controllo ma prossimi mesi cruciali

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">GENOVA</span>, 23 <span class="caps">OTT</span> – Si è stabilizzata la curva del<br /> contagio in Liguria. Lo confermano, si legge in una nota di<br /> Regione Liguria, i dati diffusi da Alisa con un indice Rt pari a<br /> uno da una settimana. “La situazione relativa all’andamento del<br /> virus in Liguria è assolutamente sotto controllo – ha detto il<br /> governatore Giovanni Toti – anche per i ricoveri ospedalieri che<br /> si stanno stabilizzando. Il nostro sistema rimane comunque in<br /> allerta, pronto a incrementare i posti letto, sperando<br /> ovviamente che non sia necessario. Per questo, anche in vista<br /> dell’inverno, è indispensabile proseguire con le vaccinazioni<br /> per proteggere gli anziani e chi è più fragile, per evitare<br /> ulteriori ricadute sugli ospedali”. “Per quanto riguarda l’incidenza relativa ai nuovi casi in<br /> Liguria, sembra che sia stato raggiunto il plateau di questa<br /> ondata autunnale – ha detto il direttore di Alisa Filippo<br /> Ansaldi – Rispetto alla pressione ospedaliera, osserviamo che i<br /> nuovi positivi ricoverati stanno ancora aumentando, ma molto<br /> lentamente e la curva di crescita si sta appianando”. Per<br /> l’assessore regionale alla Sanità Angelo Gratarola “anche in<br /> questa fase va ribadita l’efficacia del rinforzo vaccinale anti<br /> covid, strumento cardine per mantenere stabile il dato<br /> evidenziato da Alisa ed evitare ripercussioni sulle capacità di<br /> risposta ospedaliera. A questo va aggiunta la vaccinazione<br /> antinfluenzale per rendere completa l’immunizzazione,<br /> soprattutto delle fasce più fragili”. Resta comunque attivo il<br /> piano incrementale di posti letto negli ospedali liguri: “Per<br /> quanto riguarda il piano di preparazione ospedaliero- conclude<br /> Ansaldi – la situazione in area metropolitana genovese ci<br /> consente di rimanere nella fase 1b che prevede una disponibilità<br /> di 143 posti letto Covid negli ospedali cittadini. Fino a quando<br /> resteremo, come siamo attualmente. entro il limite di 122 posti<br /> letto occupati, non sarà necessario passare alla fase<br /> successiva”. Nel caso il parametro limite venisse invece<br /> superato, gli ospedali genovesi andranno a rendere disponibili<br /> oltre 200 posti letto dedicati secondo i criteri indicati dal<br /> piano messo a punto da Alisa. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.