This content is not available in your region

Due sparatorie a Gela con tre feriti lievi: indagini

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Avvenute ieri a distanza di poche ore, interrogate le vittime
Avvenute ieri a distanza di poche ore, interrogate le vittime

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">GELA</span>, 23 <span class="caps">OTT</span> – Sono in corso indagini della polizia<br /> per fare luce su due sparatorie che ieri si sono susseguite, a<br /> distanza di poche ore l’una dall’altra, a Gela. La notizia è<br /> pubblicata oggi da alcuni quotidiani. Il bilancio è di tre<br /> feriti lievi che in queste ore sono stati sentiti dagli agenti<br /> del commissariato, anche se al momento da parte degli<br /> investigatori non trapela nulla. Il primo agguato è scattato<br /> intorno a mezzogiorno in via Niscemi, nelle vicinanze del campo<br /> sportivo e di una scuola frequentata da centinaia di bambini.<br /> Cinque colpi di pistola sono stati esplosi all’indirizzo di due<br /> ambulanti, Vincenzo Cosca e Carmelo Famao, che sono stati feriti<br /> in maniera lieve. Cosca e Famao, 23 e 25 anni, al momento<br /> dell’agguato si trovavano vicino a una motoape adibita alla<br /> vendita di frutta e verdura. Qualcuno a bordo di uno scooter si<br /> è avvicinato e ha fatto fuoco colpendoli agli arti inferiori.<br /> Intorno alle 15.30 un’altra sparatoria in aperta campagna, in<br /> contrada Macconi. La vittima, Francesco Casco, di 23 anni, era<br /> in bici quando è stato raggiunto da un colpo di pistola alla<br /> gamba. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.