This content is not available in your region

Migrante suicida: corteo No Border a Ventimiglia

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Guidato dal fratello di Moussa Balde
Guidato dal fratello di Moussa Balde

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">VENTIMIGLIA</span>, 14 <span class="caps">OTT</span> – Un corteo è stato<br /> improvvisato nel primo pomeriggio, nel centro di Ventimiglia, da<br /> parte una ventina di no border per ricordare la morte di Moussa<br /> Balde, il migrante guineano di 23 anni suicidatosi il 23 maggio<br /> del 2021 nel Cpr di Torino. Pochi giorni prima, il 19 maggio,<br /> Moussa venne aggredito e picchiato da tre italiani, per i quali<br /> oggi, in tribunale a Imperia, è iniziato il processo con<br /> l’accusa di lesioni. In testa al corteo c’era Thierno Amadou Balde, fratello della<br /> giovane vittima, giunto dalla Guinea in occasione dell’apertura<br /> del processore per costituirsi parte civile assieme ai genitori.<br /> Il corteo è partito dai pressi del supermercato Carrefour di via<br /> Roma, angolo con via Ruffini, dove è stato aggredito il<br /> ventitreenne e si è diretto verso la vicina piazza del Comune ed<br /> ha marciato anche sulle vie del mercato del venerdì. I<br /> manifestanti hanno mostrato striscioni con slogan del tipo:<br /> “Stop the E.U. mafia” e “Rest in power Moussa”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.