Regeni: ministero Giustizia, da Egitto nessuna risposta

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Oggi udienza a Roma. Genitori, governo abbia reazione di dignità
Oggi udienza a Roma. Genitori, governo abbia reazione di dignità

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 10 <span class="caps">OTT</span> – “Ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna<br /> risposta dall’autorità egiziana in merito ai quattro imputati.<br /> L’ultima sollecitazione in ordine di tempo risale al 6 ottobre.<br /> Gli egiziani non hanno risposto neanche alla richiesta di<br /> incontro che la ministra Marta Cartabia aveva chiesto nel<br /> gennaio scorso”. Lo ha detto il capo dipartimento per gli Affari<br /> Giustizia, presso il ministero di via Arenula, Nicola Russo, nel<br /> corso dell’udienza davanti al gup di Roma per l’omicidio di<br /> Giulio Regeni che vede imputati appartenenti ai servizi segreti<br /> del Cairo. Il gup ha aggiornato il procedimento, che resta<br /> sospeso, al prossimo 13 febbraio. “Se ce n’era bisogno – hanno detto i genitori di Giulio<br /> Regeni, Claudio e Paola, al termine dell’udienza – è emersa<br /> ancora una volta e con ulteriore chiarezza che le autorità<br /> egiziane non hanno, né hanno mai avuto, nessuna intenzione di<br /> collaborare e si fanno beffe del nostro sistema di diritto”. “Oggi è emerso anche che la richiesta – hanno aggiunto i<br /> genitori – del gennaio 2022 della ministra della Giustizia,<br /> Cartabia, di incontrare l’omologo egiziano non ha mai avuto<br /> alcun riscontro, e questo rifiuto non ha precedenti. Auspichiamo<br /> in una adeguata reazione di dignità del nostro governo”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.