This content is not available in your region

Kramatorsk si prepara a un inverno al gelo

Access to the comments Commenti
Di Giulia Avataneo
Kramatorsk, Ucraina
Kramatorsk, Ucraina   -   Diritti d'autore  Leo Correa/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.   -  

In una Kramatorsk pesantemente colpita dalla guerra, gli ucraini si preparano alle gelide temperature invernali.

Nella regione di Donetsk, sotto il parziale controllo delle forze russe, e nella vicina regione occupata di Lugansk, l'approvvigionamento di gas è interrotto per i danni alle infrastrutture.

I residenti devono accatastare legna per l'inverno.

"Siamo molto preoccupati - dice Volodymyr, 62 anni - perché l'inverno sarà molto duro. Avremo tanti disagi".

Si preparano anche bunker sotterranei dove potersi rifugiare per tenersi al caldo.

Il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky aveva chiesto l'evacuazione obbligatoria dei civili dalla regione di Donetsk a luglio, sia per evitare i combattimenti sia in vista della stagione invernale.

La città ha acquistato una fornitura di stufe a legna per distribuirle a chi è rimasto.

Situazione ancor più drammatica negli ospedali, dove i malati rischiano di trovarsi al gelo.

"Sono molto preoccupata - spiega Valentyna Glushchenko, direttrice dell'ospedale - perché una persona sana può stare bene anche in condizioni diverse, ma un malato ha bisogno di una temperatura specifica. Il riscaldamento è indispensabile durante le cure, le operazioni e i controlli".

Nonostante le difficoltà, la gente del posto dice di essere forte.

Due milioni e mezzo di deportati

Secondo il rappresentante dell'Ucraina presso le Nazioni Unite, Khrystyna Hayovyshyn, almeno 2,5 milioni di suoi connazionali sarebbero stati deportati dalle zone orientali occupate alla Russia.

Denunciato lo schema di "filtrazione" della Russia, il rappresentante di Kiev all'Onu ha aggiunto che gli ucraini costretti a recarsi in Russia o nel territorio controllato da Mosca vengono uccisi e torturati.

I cittadini ucraini vengono terrorizzati con il pretesto di una ricerca di persone "pericolose" da parte delle autorità russe, ha detto la Hayovyshyn. Coloro che hanno opinioni politiche diverse o sono affiliati al governo o ai media ucraini scompaiono in un'area grigia e i bambini vengono strappati dalle braccia dei genitori, ha dichiarato il rappresentante dell'Ucraina al Consiglio di sicurezza.

L'ambasciatore russo all'Onu,Vassily Nebenzia, ha chiesto in Consiglio di Sicurezza un'altra riunione per oggi dell'organo Onu sull'Ucraina, la terza in tre giorni.

Bombe su Zaporizhzhia

I continui bombardamenti hanno danneggiato una linea elettrica di riserva tra la centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia e una vicina centrale termica. Lo afferma, in un comunicato, l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea), sottolineando ulteriormente i significativi rischi per la sicurezza nucleare dell'impianto.

I bombardamenti di ieri non hanno avuto un impatto immediato sulle operazioni in corso della centrale nucleare che era già stata scollegata dalla rete elettrica due giorni fa quando un'altra linea di riserva era stata disattivata per spegnere un incendio.